ATTUALITÀ-arch.5 gen/27april - montecarloin.net

MONACO-JUVE: botteghini chiusi resta la vendita online

MONACO-JUVE: botteghini chiusi resta la vendita on...
Giovedì 27 aprile 2017,  (ft.©WSM/Jacopo Levratto)

I botteghini dello Stadio Louis II, come previsto, sono stati presi d'assalto.
Monaco-Juve, la partita di semifinale della Champions che metterà di fronte le due super coppie di attaccanti:Falcao-Mbappé et Dybala attira molti più tifosi dei posti disponibili. Nonostante la giornata piovosa
all'apertura dei botteghini i tifosi erano già in coda. La vendita diretta si è già conclusa, da venerdì 28 i bigletti si potranno comprare solo sulla biglietteria online.

PRESENTATO l'incubatore/acceleratore MONACO TECH

PRESENTATO l'incubatore/acceleratore MONACO TECH
Martedì 25 aprile 2017,  (ft.©Direct.Comm)
 
Durante la Conferenza diplomatica che riunisce gli ambasciatori di Monaco all’estero si è tenuta la presentazione del progetto MonacoTech da parte del direttore Fabrice Marquet.
In collaborazione con Monaco Telecom, e in relazione con "Station F" di Xavier Niel a Parigi, MonacoTech sarà l'incubatore-acceleratore di startup dello Stato monegasco.

Gli obiettivi di questa struttura saranno multipli : accompagnare i progetti innovativi di creazione di impresa a Monaco, far emergere delle società di successo, diversificare le attività, posizionandosi come un capitale d’innovazione credibile e inducendo benefici economici indiretti. Nel tempo si tratterà di perennizzare le nuove società e d’integrarle al tessuto economico locale. I progetti locali come internazionali, in tutti i settori d’attività legati alla tecnologia (Fintech, Healthtech, smart city, oggetti connessi, ecc...), provenienti da persone fisiche o morali, saranno studiati da una giuria di professionisti.

Un locale di 800 mq. in open space, potranno accogliere fino a 15 startup, ossia una cinquantina di posti, con una parte semi pubblica ed uno spazio di collaborazione, che sarà messo a disposizione mediante un costo di fatturazione in sede da 100 a 300 euro secondo la formula. Le startup beneficeranno di un appoggio in termini di consiglio, di monitoraggio, di supporto, di accompagnamento, di finanziamento, durante i loro primi passi.
Il bando di concorso sarà lanciato la settimana prossima, l’apertura del sito è previsto per l’autunno 2017.

Monaco Telecom apre la prima rete commerciale mobile 1 Gigabit/s

Monaco Telecom apre la prima rete commerciale mobi...
Venerdì 21 aprile 2017,  (ft.©WSM/Colman) 
 
Il direttore generale di Monaco Telecom, Martin Perronet, in presenza di SAS il Principe Alberto II, ha lanciato la prima rete mobile commerciale aperta ai terminali compatibili che raggiungono fino a 1 Gigabit/s. Tappa decisiva verso la 5G sviluppata in partenariato con Huawei.

La presentazione posiziona l’operatore monegasco come l’uno dei più performanti al mondo. Dopo aver dislocato la prima rete europea in 450Mbps, Monaco Telecom ha ottimizzato l’insieme della catena di infrastrutture della sua rete 4G per proporre dei flussi di oltre 900Mbps. Questa performance è raggiunta con Huawei grazie alla combinazione di un cuore virtuale NFV (Network Function Virtualized) n*10Giga e una soluzione d’accesso cloud RAN.

La rete mobile monegasca è dunque pronta ad accogliere i primi smartphone capaci de supportare questa nuova tecnologia. I nuovi telefoni cellulari sono annunciati da diversi fabbricanti dei terminali per la fine del semestre. L’aumento dei flussi disponibili migliorerà così l’esperienza di tutti gli utilizzatori connessi sul territorio rispettando le norme ambientali in vigore.
visite Privée S.A.S. le Prince Albert II après l...

RISULTATI POSITIVI PER I BILANCI 2016-2017 DELLO STATO

RISULTATI POSITIVI PER I BILANCI 2016-2017 DELLO S...
Mercoledì 19 aprile 2017, (ft.©Direc.Communication/Charly Gallo) 

Un vero record per il bilancio del governo monegasco: 5 anni di bilanci in eccedenza. Lo ha annunciato in conferenza stampa il Ministro dell'Economia e finanze, Jean Castellini il bilancio 2016 ha chiuso con un attivo del +6,7% grazie alla TVA (che corrisponde all’IVA) alle imposte sulle vendite immobiliari a quelle sulle società ai diritti doganali, alle tasse sulle assicurazioni e grazie anche al grande afflusso del turismo e agli importanti congressi internazionali. Le spese salgono più lentamente (infrastrutture, interventi pubblici, sociali, cultura) e questo ha portato ad una eccedenza pari a 35.866,124 euro. Il bilancio provvisorio 2017 (budget primitif) è stato votato lo scorso 15 dicembre dal Consiglio Nazionale e si presenta nella continuità  dei risultati eccedenti con un'eccedenza prevista pari a un +6,3M€ rispetto ai +5,8M€ delle previsioni di bilancio del 2016.

Castellini ha anche spiegato che sono al lavoro per preparare le previsioni di bilancio per il 2018 e che la tendenza resterà positiva se si continua a fare una buona gestione con prudenza.

Il Ministro ha anche annunciato una novità nella diversificazione delle attività: "Vogliamo far diventare Monaco una vera Smart City, sono già state lanciate APP che aiutano a muoversi nel Principato ed sono iniziate le installazioni di sistemi per monitorare i consumi (contatori intelligenti). Inoltre stiamo creando un incubatore/acceleratore di Start-Up (autunno 2017) per posizionare Monaco nel settore dell'Innovazione. Cerchiamo idee innovanti nei settori tecnologici, della finanza, dell'ambiente, del settore medico-farmaceutico".

DAL PRINCIPATO DI MONACO A SAN PIETRO.... A PIEDI

DAL PRINCIPATO DI MONACO A SAN PIETRO.... A PIEDI

Sabato 15 aprile 2017, (ft. D.R.)

È partito al mattino di sabato 15 aprile, Fabrice Tummers, noto fisioterapista del cabinet Picco di Monaco, che ha deciso di cimentarsi in una marcia a piedi dal Principato di Monaco fino a San Pietro.

L'arrivo è previsto per il 10 maggio, giusto il tempo di riprendersi per essere ricevuto in udienza da Papa Francesco.

Tummers 42 anni, è sempre stato un grande sportivo, giocatore di basket, ha seguito anche la nazionale del Monaco come fisioterapista. Seguiremo Fabrice, durante la sua marcia.

IL MINISTRO DI STATO TELLE IN VISITA ALLA PUBBLICA SICUREZZA

IL MINISTRO DI STATO TELLE IN VISITA ALLA PUBBLICA...
Mercoledì 12 aprile 2017, (ft.©-Direction de la Communication–Manuel Vitali) 

Il Ministro di Stato Serge Telle, accompagnato dal Ministro dell'Interno, Patrice Cellario, si è recato in visita alla Pubblica Sicurezza nel momento di cambio di turno tra le squadre del giorno e quelle della notte.
Il Ministro ha voluto complimetarsi con gli uomini del Direttore della Pubblica Sicurezza, Richard Marangoni, per l'esemplare e rigoroso comportamento durante la rapina nella gioielleria di piazza del Casinò del 25 marzo scorso.

Ha spiegato Telle: "Anche se, grazie a voi, non ci sono state vittime, i preziosi sono stati recuperati e la banda arrestata, non possiamo fare finta di niente. per questo si sta lavorando al nuovo Piano di Sicurezza 2020".

Già durante l'anno saranno rinforzati gli effettivi della polizia (una trentina) ed assunti 9 nuovi funzionari, oltre alla riserva civile in caso di bisogno. Ha aggiunto Serge Telle: "La sicurezza è la prima delle libertà ed è quella che ci permette di uscire, di muoverci di incontrare gli altri, di prendere iniziative. La libertà permette la coesistenza pacifica di tutte le comunità e noi ne abbiamo molta più coscienza di quella che ne hanno in altre parti - ha proseguito il Minsitro - Monaco è oggi il posto più sicuro al mondo grazie a voi e lo apprezziamo sempre di più vedendo la violenza che tocca gli altri Paesi. Il Principe ha chiesto di rinforzare questa libertà e faremo in modo di aiutarvi a sviluppare ulteriormente il vostro lavoro con mezzi e uomini".

ESERCITAZIONE DI SICUREZZA DELLA POLIZIA DENOMINATA ALPHA TANGO

ESERCITAZIONE DI SICUREZZA DELLA POLIZIA DENOMINAT...
Giovedì 6 aprile 2017, (ft.©Direc. Comm. C. Gallo/M. Vitali)

Da sempre il Principato di Monaco fa della sicurezza un fiore all’occhiello. In quest’ottica la prevenzione è fondamentale, per questo motivo, con l’obiettivo di testare la preparazione della polizia, dei soccorsi(pompieri e croce rossa, CPG), della procura generale e del coordinamento di queste entità con i servizi francesi, è stato organizzata un’esercitazione di sicurezza denominata Alpha Tango all’Auditorium Rainier III.

Sono state mobilizzate 400 persone che sono state coinvolte nella simulazione di una presa di ostaggi alla sera, durante uno spettacolo, all’interno dell’immobile che ospita l'Auditorium dell'Orchestra.

Per eseguire al meglio, l'esercitazione, seguita in diretta dal ministro dell'Interno Cellario, dal direttore dei servizi giudiziari Narmino e dal direttore della Pubblica Sicurezza Marangoni, sono state chiuse alla circolazione il tunnel Louis II il quai JF Kennedy, la rotatoria del Portier e tutti i collegamenti della zona con gli ascensori, sospese anche le linee dei bus che attraversavano il tunne l Louis II.

Le autorità hanno ringraziato tutta la cittadinanza per i disguidi causati per la realizzazione di questa esercitazione, fondamentale per la sicurezza della popolazione.
Exercice Alpha Tango 10.jpg
Exercice Alpha Tango 9.jpg

INTERVENTO DEL WELCOME OFFICE ALLA FORMAZIONE JCEM

INTERVENTO DEL WELCOME OFFICE ALLA FORMAZIONE JCEM
Lunedì 3 aprile 2017, Da sinistra: la dottoressa Laurence Garino che dirige il Welcome Office e Olena Prykhodko, vice- presidente Formation 2017 JCEM, (ft.©Welcome Office)

Il Welcome Office, diretto da Laurence Garino, che a Monaco ha il ruolo chiave di introdurre gli imprenditori per aprire ed impostare le loro attività così come quello di aiutare coloro che vogliono prendere la residenza, è intervenuto a sostegno della Jeune Chambre Economique de Monaco (JCEM) che opera con le sue iniziative a favore dell'attrattività monegasca.

La dottoressa Garino ha animato la prima seduta del ciclo di formazione organizzato dalla JCEM sul tema: "Come trasferirsi a Monaco?" dove sono state spiegate ai partecipanti le modalità per l'apertura della propria impresa nel Principato oltre alle condizioni per ottenere la residenza.

RAPINA A MONTE-CARLO: L'EFFICACIA DELLA POLIZIA MONEGASCA

RAPINA A MONTE-CARLO: L'EFFICACIA DELLA POLIZIA MO...
Lunedì 27 marzo 2017, da sinistra: Il Procuratore Generale Jacques Dorémieux  e il Direttore della Pubblica Sicurezza Richard Marangoni, (ft.@ WSM/Erika Tanaka)

Il Procuratore Generale Jacques Dorémieux  e il Direttore della Pubblica Sicurezza Richard Marangoni, hanno incontrato la stampa per spiegare quello che è accaduto a proposito della rapina a Cartier che ha portato a tre arresti, un fermo e un rapinatore ancora in fuga ma la refurtiva recuperata.
In meno di 48 ore il caso è quasi concluso.
 
La spregiudicatezza di 5 ragazzotti, di età compresa fra i 20 e i 25 anni, incensurati, provenienti da Vallauris, con passaporto francese ma di origine magrebina, che volevano emulare i rapinatori dei film americani ma non avevano fatto i conti con l’efficacia del sistema sicurezza della Polizia monegasca. Nella calma di una giornata d'intensa pioggia i 3 rapinatori e il loro autista avevano fatto un sopralluogo, nei giorni pecedenti il sabato 25 marzo, per vedere come scappare dopo la rapina ed avevano nascosto degli abiti per cambiarsi poco distanti, ha spiegato il Procuratore Dorémieux.

"I tre sono entrati nella gioielleria alle ore 15h45, -racconta Richard Marangoni - alle 15-46 un passante ci telefona e dice di aver visto qualcosa di strano dai vetri del negozio Cartier; non siamo stati avvisati dai dipendenti di Cartier. Due minuti dopo eravamo in piazza del Casinò, abbiamo identificato uno dei rapinatori che usciva dalla gioielleria con il volto coperto. Avevano cappellino con visiera e sciarpe. Abbiamo bloccato e disarmato il primo che si è consegnato senza fare resistenza ed ha subito consegnato un sacco con i gioielli, ha dato le sue generalità, dichiarandoci che arrivavano da Vallauris - prosegue Marangoni- Gli altri due rapinatori sono scappati, inseguiti dai nostri agenti, scavalcando le barriere del cantiere di avenue des Beaux Arts, e sono saliti nell'auto del loro complice che era parcheggiata in square Saint James. Scappano, il poliziotto spara ai pneumatici e al motore. I rapinatori scendono attraverso l'avenue d'Ostende, risalgono rue Grimaldi ed entrano nel tunnel per cercare di raggiungere la bretella che porta all'autostrada".

La polizia però ha già chiuso tutte le strade che escono da Monaco e i malviventi trovano la bretella sbarrata da un'auto della polizia, quindi girano escono, dal tunnel, si ritrovano al rondò sotto al Larvotto fanno per tornare indietro nel tunnel e l'auto si ferma. A quel punto danno fuoco alla vettura e scappano a piedi. Alle ore 21.15 uno dei due passa attraverso i giardini e passa in avenue de Grand Bretagne, si nasconde dentro la chiesa Anglicana, dove la polizia lo arresta con addosso una giacca di Babbo Natale trovata nella sacrestia e dei gioielli nella tasca. 
Il terzo rapinatore è stato arrestato in territorio francese, nella strada che va verso il Monte-Carlo Beach. Aveva gettato un altro sacco di refurtiva in mezzo alle piante che  scendono sulla strada. Alle 22.25 il posto di blocco della polizia a Saint Romain blocca un ragazzo sospetto che cerca di entrare a Monaco in auto, una volta richiesti i documenti i poliziotti si accorgono che si tratta del fratello di uno dei rapinatori che cerca di venire a salvare i  rapinatori rimasti a piedi. Il giovane è in stato di fermo. 

Il procuratore generale e il direttore della polizia hanno sottolineato la grande collaborazione con la polizia francese, che si è  recata prontamente a perquisire la casa di un odegli arrestati. I due giovani arrestati a Monaco compariranno davanti al giudice nel Principato quelli arrestati in Francia saranno processati a Nizza; rischiano 20 anni per furto a mano armata premeditato.
La caccia al terzo rapinatore continua. I gioielli del valore di diversi milioni di euro dovrebbero essere stati tutti recuperati ma il personale della boutique dovrà fare l'inventario.
Sono stati una sessantina gli agenti coinvolti nell'indagine. Un dispositivo pronto ed efficace.

Abbiamo chiesto al Direttore della Polizia Marangoni se la gioielleria Cartier avesse aderito al dispositivo predisposto alcuni hanno fa dalla polizia appunto, proprio per prevenire le rapine. Il direttore ha risposto: "La maison Cartier ha un protocollo proprio". E noi abbiamo chiesto nuovamente se con questa rapina cambierà qualcosa dato che i protocolli dei negozi privati si sono dimostrati inefficaci (infatti gli addetti alla boutique hanno fatto entrare i ragazzi che non corrispondevano certo al profilo di persone che andavano a comprare da Cartier) e il direttore ha spiegato: "Sicuramente adesso faremo una riunione generale con tutti i responsabili delle gioiellerie per rivedere le norme di sicurezza". Infine abbiamo domandato a Marangoni se la sicurezza sarà aumentata nonostante abbiano dimostrato le loro capacità. Marangoni ha spiegato: "Una riflessione per la sicurezza all'alba del 2020 è già in corso contro la delinquenza che trova sempre nuovi metodi. Non ci accontentiamo!". 
La sicurezza nel Principato di Monaco prima di tutto.

DTC in California

DTC in California
Domenica 26 marzo 2017,Guillaume Rose, Corinne Kiabski, Elisa Fershtadt, Cindy Hoddeson, (ft.Direz. Com)

Una delegazione della Direzione del Turismo e Congressi di Monaco, guidata dal Direttore Guillaume Rose e accompagnata da diversi partners dell’industria turistica monegasca, si è recata in California per una tournée promozionaleorganizzata dall’ufficio americano della DTC.

Nel 2016 gli USA si sono confermati al 4° posto nella classifica dei turisti che hanno soggiornato a Monaco, con grande importanza nel turismo d’affari. Molti gli eventi organizzati tra cui alcuni sul tema del Cinema, legittimati dai numerosi film girati nel Principato, a San Francisco, Los Angeles et San Diego, a pochi giorni dalla consegna dei Premi Oscar.

Lo scrittore e storico Marc Braude ha presentato il suo libro « Making Monte-Carlo » Il gruppo ha anche visitato alcuni importanti giornali come il Los Angeles Times e il San Francisco Chronicle, con l’obiettivo di suscitare la curiosità delle redazioni verso Monaco.

TENTATA RAPINA A MONTE-CARLO

TENTATA RAPINA A MONTE-CARLO

Sabato 25 marzo 2017, (ft.@ D.R.)

In una giornata di forte pioggia e vento, tre individui armati, sabato pomeriggio verso le 15,40 hanno tentato una rapina nella boutique Cartier proprio sulla piazza del Casinò. Probabilmente pensando che il Principato non fosse controllato hanno anche scelto una zona senza via di fuga per i lavori in corso. I tre si sono introdotti nel negozio ma immediato è stato l’intervento della polizia che ha arrestato e disarmato uno dei malviventi.

Tutte le strade del Principato sono state immediatamente bloccate per impedire la fuga degli altri in auto. Un complice infatti, li stava aspettando in una vettura prima dell’entrata nella bretella davanti al Sardanaple per immettersi nella sopraelevata. Il complice, capito che il piano era saltato, ha dato fuoco al veicolo che poi è stato recuperato dalla polizia.

Le forze dell’ordine sono ancora alla ricerca del resto della banda. Secondo la polizia nessun colpo è stato sparato mentre testimoni sulla piazza del Casinò hanno dichiarato di aver sentito sparare durante la tentata rapina. Comunque nessun ostaggio è stato preso e non vi sono feriti. Il personale della boutique, sconvolto per l’accaduto, è stato affidato a psicologi.

TORNA L'ORA LEGALE

TORNA L'ORA LEGALE

Sabato 25 marzo 2017

Come ogni anno nell'ultima domenica di marzo, torna l'ora legale. Alle 2 di domenica 26 marzo le lancette dell'orologio andranno spostate un'ora in avanti. Di conseguenza si dormirà un'ora di meno, ma ci sarà un'ora di luce in più la sera.
Si tornerà all'ora solare domenica 29 ottobre

La scomparsa di Bernard Spindler

La scomparsa di Bernard Spindler

Venerdì 24 marzo 2017, (ft.WSM/Colman)

Lutto nel mondo del giornalismo monegasco. È scomparso Bernard Spindler, presidente onorario del Monaco Press Club, uno dei giornalisti più famosi dell’epoca d’oro di Radio MonteCarlo e Tele MonteCarlo in lingua francese.

Appassionato di sport automobilistici e in particolare di Rallya cui dedicò gran parte della carriera, fu incaricato di diffondere la Formula 1 sulla Cinq agli inizi degli anni ’90. Spindler, uomo di grande cultura è stato anche autore di diversi romanzi, di una biografia su Jean Cocteau e Jean Marais e scrisse diversi libri storici sul Secondo Impero. Bernard era nato il 3 maggio del 1939.

I funerali si terranno martedì 28 marzo ore 15,30 alla Cattedrale di Monaco

UNIONE EUROPEA: riunione per l'associazione tra Monaco, Andorra, San Marino e la UE

Petit-Telle-Renzi-WSM agency.jpg
(ft.©WSM/Colman)
Albert II- Antoni Petit-Nicola Renzi.jpg
Da sinistra: Il Ministro degli Affari Esteri Gilles Tonelli, Il Segretario di Stato di San Marino, Nicola Renzi, il Sovrano, il Capo del governo di Andorra, Antoni Petit, il Ministro di Stato Serge Telle (©Palais Princier)
Domenica 19 marzo 2017
 
 
Il Ministro di Stato Serge Telle ha ricevuto nella sua residenza privata il Capo del governo del Principato di Andorra, Antoni Marti Petit e Nicola Renzi, Segretario di Stato agli Affari Esteri, Politici e della Giustizia di San Marino, per fare un punto sul negoziato in corso tra i tre piccoli Stati e l’Unione Europea.
Come ha spiegato il Ministro Telle: "Abbiamo caratteristiche comuni piccola superficie, popolazione limitata e siamo tutti limitrofi a Paesi membri della UE con cui abbiamo relazioni strette. Il nostro desiderio è quello di raggiungere un accordo che ci dia accesso al mercato interno europeo. In particolare, abbiamo parlato dei contenuti di questi negoziati". Telle ha spiegato che tra i tre Stati c'è molta unione ed è questo il loro punto di forza davanti alla UE. L'accordo di associazione dovrà tenere conto delle specificità di ognuno dei tre Stati, occorrerà pertanto equilibrio tra quello che sono Monaco, Andorra e San Marino e la UE, un nuovo modo di regolamentare questi rapporti. Per Nicola Renzi, la riunione di Monaco è stata un incontro carico di significati: “Abbiamo deciso di incontrarci regolarmente – ha detto il Segretario di Stato della Repubblica di San Marino - il prossimo appuntamento è previsto a San Marino, ai primi di giugno in occasione dei Giochi Piccoli Stati – ha poi aggiunto Nicola Renzi - L'Europa sta vivendo una tappa complessa e delicata per molti fattori che emergono con chiarezza dalla Brexit, e dai fenomeni nelle opinioni pubbliche che mettono in discussione non solo le questioni istituzionali ma le basi. Il pensiero, la cultura ed i valori dell’unione Europea. Noi nonostante tutto guardiamo all'Europa con convinzione”. Il Segretario di San Marino ha poi spiegato che il negoziato è complesso ed articolato: il percorso che stiamo compiendo ci porta a conoscere il nostro paese e a progettare il suo futuro. "Siamo convinti che mettere insieme le nostre analisi sia utile per tutti ma ci saranno delle linee invalicabili per la UE che sono le nostre diverse specificità”.
Il Capo del governo di Andorra, Antoni Petit ha dichiarato fermamente: “Indipendentemente dalla brexit noi andremo avanti in questo negoziato per creare un’associazione con la UE. Non importa quanto ci vorrà ma esigiamo riunioni approfondite. Siamo tutti coscienti che ci sono persone che non sono contrarie soprattutto perché non conoscono e sarà compito nostro spiegare in modo pedagogico i significati e i contenuti di questo accordo associativo – proseguito Petit – L’avvenire si conquista con l’apertura verso il futuro e non con l’isolamento. Saranno opportunità per i nostri giovani che non possono andare dove vogliono con i loro passaporti, e poi abbiamo gli imprenditori che vogliono venire a vivere nel Principato di Monaco ma ci richiedono il label europeo e la possibilità di accedere al mercato unico europeo”. Infine sia il Capo del Governo del Principato di Andorra che il Segretario di Stato di San Marino hanno spiegato che una volta raggiunta l’intesa per l’accordo con l’Unione Europea dovranno passare attraverso un referendum popolare che si sono detti di non temere perché sicuri di poter spiegare in modo pedagogico ai loro cittadini tutti gli aspetti positivi di questa associazioni”. I rappresentanti di San Marino e Andorra, accompagnati dal Ministro di Stato Telle e dal Ministro degli esteri Tonelli sono stati ricevuti da S.A.S. il Principe Albert II.

Restituito al Museo Oceanografico un quadro rubato in Italia

Restituito al Museo Oceanografico un quadro rubato...
Sabato 18 marzo 2017, in primo piano con il quadro: Richard Maragoni, direttore della polizia di Monaco, Patrick Piguet direttore del Patrimonio e Conservatore delle collezioni del Museo Oceanografico. In secondo piano: Cristiano Gallo, ambasciatore d’Italia a Monaco; Robert Calcagno, direttore generale del Museo Oceanografico e il Generale di Brigata Fabrizio Parrulli, (© M.Dagnino/Museo Ocean)
 
Il quadro fu rubato al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo a Livorno il 16 dicembre del 2000 dove era in mostra, prestato dal Museo Oceanografico per l’esposizione “ L’uomo e la balena, dal mito alla realtà”.

Le polizie italiana e monegasca e l’interpol hanno collaborato nelle indagini per il ritrovamento dell’opera firmata da Louis Tinayre nel 1913 intitolata “La carriera di un navigatore” realizzato su domanda del Principe Albert I.

La tela è stata recuperata dal Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale di Genova che l’hanno riconsegnata in presenza dell’Ambasciatore d’Italia nel Principato, Cristiano Gallo, che ha dichiarato: “Si tratta di un fulgido, concreto esempio del successo della cooperazione tra l’Italia ed il Principato di Monaco in tema di Sicurezza, in particolare della sinergia virtuosa stabilitasi nell’occasione tra l’Arma dei Carabinieri italiana, la Polizia di Monaco e l’Interpol”.

Il destino del quadro sarebbe stato divenire oggetto di compravendita illecita sul mercato internazionale d’arte clandestina, ma grazie all’attività investigativa, il dipinto, che stava per essere venduto, è stato intercettato e recuperato. Presenti alla consegna da parte dei Carabinieri, il ministro dell’interno e beni culturali Patrice Cellario, il Direttore della Polizia di Monaco, Richard Marangoni e il direttore del Museo Oceanografico Robert Calcagno.

-Louis-Tinayre -.jpg

Visita a Monaco del Primo Ministro del Montenegro

Visita a Monaco del Primo Ministro del Montenegro
Martedì 14 marzo 2017,  Dusko Markovic e Serge Telle, (ft.©CharlyGallo/Direct. Com.)

Il Primo Ministro del Montenegro, Dusko Markovic, ha effettuato una visita ufficiale a Monaco, accompagnato da una delegazione per diversi incontri economici. Il Primo Ministro è stato ricevuto in udienza da S.A.S. il Principe Albert II in presenza del capo del gabinetto Georges Lisimachio, del ministro degli esteri Gilles Tonelli e della consigliera del Gabinetto del Principe Anne-Marie Boisbouvier.

È seguito anche un incontro con il Ministro di Stato Telle e quello dell’economia e finanze Castellini, al centro dell’attenzione un progetto di cooperazione economica, un accordo in materia fiscale ed uno sulla protezione dell’ambiente. Pavle Radulovic, Ministro dell’Ambiente e del Turismo ha partecipato al Forum Economico, organizzato dal Monaco Economic Board e dalla Camera del Commercio del Montenegro In cui sono state presentate tutte le qualità dei due Paesi. Le relazioni diplomatiche fra i due Paesi sono state stabilite nel 2007.

SBM: nuovo direttore alberghiero e degli acquisti

SBM: nuovo direttore alberghiero e degli acquisti
Lunedì 13 marzo 2017, (ft©SBM)

Il gruppo Monte-Carlo Société des Bains de Mer ha un nuovo direttore alberghiero e degli acquisti. Si tratta di Didier Boidin che entrerà in carica il 20 marzo ed avrà ampi poteri. Boidin controllerà non solo le attività alberghiere ma anche la ristorazione, il night-lifee e del benessere. Inoltre si occuperà del marketing, delle vendite alberghiere e della gestione dei ricavi e degli acquisti.

Tre i punti principali sui cui verterà l'attività di Boidin, che proviene dal gruppo InterContinental dove ha passato 36 anni e dove come ultimo incarico è stato alla testa della Divisione Luxe Group per l'Europa. 
Didier Boidin ha diretto anche l'InterContinental di Londra, di Montreal, il Grand Hotel di Parigi e l'hotel Carlton di Cannes. È stato anche vice-presidente operativo per la zona del Mediterraneo tra il 2003 e il 2010.

ITALIAN DESIGN DAY, L’HOTEL VIRTUALE DEL BENESSERE

Italian Design - copie.jpg
Da sinsitra l'architetto Diego Quadrelli e l'Ambasciatore Cristiano Gallo
ETT-.GenovaJPG - copie.jpg
Il visore virtuale a destra e lo strumento video con un'immagine della camera d'hotel virtuale
Venerdì 4 marzo 2017, (ft.WSM/Colman)

L’Ambasciata d’Italia a Monaco ha partecipato all’iniziativa decisa dalla Farnesina “Italian Design Day” (IDD), giornata in cui sono state coinvolte contemporaneamente 100 sedi diplomatiche. L’evento che si è tenuto all’hotel Fairmont ed ha promosso alcuni progetti originali.

Ad accogliere gli ospiti e spiegare l’iniziativa, l’Ambasciatore d’Italia Cristiano Gallo e “l’ambasciatore del design” l’architetto Diego Quadrelli: “L’IDD rappresenta la possibilità di valorizzare per un giorno l’italianità del design in ogni sua forma. - ha dichiarato l’architetto- Personalmente ho voluto raccontare l’influenza onirica ed il benessere che il design può avere su ognuno di noi, in un ambiente come l’hotel. Ho portato il mio contributo reinventando una camera d’albergo che facesse sognare, virtualmente visitabile solo in questo giorno. Si va oltre al concetto di camera d’albergo, trasportando i presenti verso luoghi di benessere mentale, oltre che fisico".

Per fare questo l’architetto si è avvalso di una società genovese ETT, leader nel creare le realtà virtuali (alla chiesa di Santa Devota hanno presentato la storia della santa su high-touch). Sicuramente la parte più interessante e divertente è stato il momento in cui, indossando i visori per la realtà virtuale, ci si è trovati in questa camera d’albergo dotata anche di una piccola serra. Uno strumento necessario per gli architetti di oggi che permettono di immergere il cliente nella sua futura casa.

FIOCCO BLU IN CASA CASIRAGHI

FIOCCO BLU IN CASA CASIRAGHI
Mercoledì 1º marzo 2017, (ft. ©Palais Princier)

In un comunicato ufficiale, S.A.R. la Principessa di Hannover e la Contessa Paola Marzotto hanno annunciato con gioia la nascita del loro nipotino avvenuta il 28 febbraio. Mamma Beatrice e il bambino stanno bene.

L'AMBASCIATORE D'ITALIA CRISTIANO GALLO AL MONACO PRESS CLUB

L'AMBASCIATORE D'ITALIA CRISTIANO GALLO AL MONACO ...
Mercoledì 1º marzo 2017, Cristiano Gallo, (ft. WSM/Colman)

Il Monaco Press Club ha invitato l'Ambasciatore d'Italia nel Principato, Cristiano Gallo. A sei mesi dal suo incarico l'Ambasciatore ha parlato della scoperta di Monaco, di telelavoro, frontalieri italiani, del porto di Ventimiglia e della preparazione di alcuni progetti. L'Ambasciatore ha raccontato di essere venuto a Monaco da ragazzo, che aveva sentito parlare in tanti modi del Principato ma che dal giorno del suo arrivo la scoperta è stata davvero sorprendente: "Una città-Stato internazionale, dinamica, efficiente e con grande umanità".
Cristiano Gallo ha poi parlato di temi di grande attualità come il telelavoro, approvato dal governo di Monaco, che dovrà essere approvato anche dal governo italiano affinché possa essere applicato ai frontalieri italiani: "È un'ottima iniziativa, sui circa 4 mila italiani che che ogni mattina vengo a lavorare a Monaco dovrebbero essere interessati un po' meno di mille persone. Il telelavoro contribuisce senza dubbio ad una diminuzione del traffico e dell'inquinamento".

Tanto si è fatto per migliorare la situazione sanitaria dei frontalieri che finalmente oggi possono farsi curare a Monaco ma l'Ambasciatore ha anche puntualizzato che tutto è sempre migliorabile.

"A proposito del porto di Ventimiglia si tratta di un'iniziativa molto importante che contribuirà, grazie all'impegno di Monaco, a creare nuovi posti di lavoro e benessere per la città".

I residenti italiani a Monaco crescono costantemente, la comunità è composta di circa 8300 persone: "Ogni settimana - ha spiegato l'Ambasciatore - abbiamo persone che chiamano o passano in ambasciata per capire come si debba fare per trasferirsi con la famiglia e la propria attività. Senza dubbio la stabilità politica, quella economica, la sicurezza, fanno del Principato una meta a cui molti aspirano". 

Cristiano Gallo ha concluso parlando dei progetti che l'ambasciata sostiene su indicazione della Farnesina, come la Settimana della Lingua e Cultura Italiana quest'anno sulla tematica dell'Innovazione; la prossima Giornata dedicata al Design italiano con particolare riferimento al super lusso negli hotel. Infine l'ambasciatore ha annunciato un grande evento previsto per il 21 giugno, Festa della Musica, sarà organizzato un grande concerto di musica classica presso il Fort Antoine, e per l'Innovazione il concerto inizierà all'alba!
 

CHIUSURA PARZIALE DELL'AVENUE DE FONTVIEILLE

CHIUSURA PARZIALE DELL'AVENUE DE FONTVIEILLE
Giovedì 23 febbraio 2017, (ft.©Dir. Comm)

Nell'ambito dell'operazione Pasteur, per il prolungamento del tunnel Charles III sarà chiusa l'avenue di Fontvielle nella direzione discendente per permettere la demolizione del muro di pietra all'interno della galleria. La chiusura avverrà da venerdì 24 febbraio alle ore 20 a domenica 26 febbraio ore 16.

RIPRESA DEI LAVORI PER IL PORTO DI VENTIMIGLIA

Gianbattista Borea d'Olmo-Enrico Ioculano-WSM:Mont...
(©WSM/Colman)
Lavori porto di Ventimiglia ©Manuel Vitali - Direc...
(©Manuel Vitali/Direc.Com.)
Mercoledì 22 febbraio 2017

Sono ufficialmente ripresi i lavori per il porto di Ventimiglia Cala Forte. Ad annunciare il momento importante Gian Battista Borea D'Olmo, Presidente Società Porti di Monaco e della Società Internazionale dei porti (SMIP),  e il Sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano davanti alla stampa. "È un momento di grande fortuna per Ventimiglia - ha detto il sindaco Ioculano - deve essere la città a cogliere tutte quelle che possono essere le opportunità e fare uno scatto di qualità, cerchiamo di cogliere l'occasione al meglio".

Borea D'Olmo, ha poi spiegato: "Il porto aprirà, se non ci saranno ritardi, l'estate 2018. Ossia saranno terminate tutte le opere marittime mentre per le opere urbanistiche, compreso l'ascensore e un parcheggio con 400 posti auto, bisognerà attendere il 2019". La società monegasca ristrutturerà tutta l'area circostante, dalla passeggiata al tunnel che porta al Cala Forte. Il sindaco ha poi spiegato che è allo studio l'inserimento di materie specifiche nella scuola tecnica di Ventimiglia per la preparazione dei giovani ai mestieri non solo marittimi ma anche di servizio e accoglienza ad alto livello. Perché come ha spiegato Borea D'Olmo i posti barchi previsti saranno 171 per imbarcazioni che andranno da 6 a 60 metri e l'accoglienza sarà fondamentale così come i servizi che saranno offerti".

Si tratta di uno sviluppo turistico per tutto l'indotto di Ventimiglia e ci si attende infatti un adeguamento anche della città, il nuovo porto non ha intenzione di creare rivalità con i locali cittadini aprendo per esempio attività di ristorazione. 
La società monegasca spera anche di ricevere l'autorizzazzione per creare anche una pista di atterraggio degli elicotteri.

Visita dell'Alto-Commissario dell'ONU

Visita dell'Alto-Commissario  dell'ONU
Venerdì 17 febbraio 2017, A sinistra Gilles Tonelli, Minsitro degli Esteri e Filippo Grandi, Alto-Commissario ONU per i Rifugiati, (ft.© Direc.Comm./Manuel Vitali)

Filippo Grandi, Alto-Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha effettuato una visita di lavoro a Monaco accompagnato da Ralf Gruenert, Rappresentante dell’Alto Commissariato delle Nazioni Uniteper i Rifugiati per Monaco e Francia.

L’Alto Commissario è stato ricevuto in udienza da SAS il Principe Alberto II e poi dal Ministro di Stato Serge Telle e dal Ministro degli Esteri Gilles Tonelli.

Il Principato coopera con l’Alto Commissariato per i Rifugiati dal 1956,ed ha sempre affermato la propria solidarietà alle persone che fuggono dalla guerra e dalle persecuzioni o da un contesto particolarmente difficile.

Per dimostrare il proprio impegno, il governo monegasco ha siglato due accordi di collaborazione che prevedono un contributo totale di 670. 000€ in tre anni per dei progetti a favore dei rifugiati in Marocco e Tunisia.

AVVISO DI COLPO DI VENTO

AVVISO DI COLPO DI VENTO
Lunedì 13 febbraio 2017, (ft. WSM/Colman)

Avviso di colpo di vento annunciato da Meteo-France a partire dalle ore 11 e durante la notte tra il 13 e il 14 febbraio fino alle 3 del 14 febbraio, con raffiche di vento proveniente da Est che potranno superare i 70 km/h. il governo recommanda agli abitanti di prendere le precauzioni necessarie per evitare la caduta di oggetti o materiali pericolosi da balconi, terrazze e finestre. 

Il Ministro Valeri al Monaco Press Club

Il Ministro Valeri al Monaco Press Club
Venerdì 10 febbraio 2017, (ft.WSM/Colman)

Il Ministro della Salute e degli Affari Sociali, Stephane Valeri, invitato al Monaco Press Club ha toccato i punti più dei suoi 7 anni al ministero: ospedale, tele-lavoro, pensioni, inserzione dei giovani nel lavoro, legge sui disabili e naturalmente politica. La politica e in particolare la Res Pubblica, ossia l'interesse del popolo, è la vera passione di Valerie. Per la politica ha lasciato la sua attività di imprenditore ed è stato eletto presidente del parlamento monegasco (Conseil National). Unico presidente del parlamento chiamato da SAS il Principe Albert II ad entrare a far parte del governo.

Naturalemente le elezioni del parlamento di Monaco si avvicinano, saranno nel 2018, e le voci di un ritorno in campagna elettorale di Valeri si rincorrono. La domanda è stata d'obbligo ma il Ministro ha smentito qualsiasi voce ed ha dichiarato di essere felice di occupare il posto di Ministro della Salute e degli Affari Sociali, un lavoro molto impegnativo ma che gli ha dato molte soddisfazioni e che solo il Sovrano prende tali decisioni.

 

MEB: conferenza per gli imprenditori

MEB: conferenza per gli imprenditori
Venerdì 10 febbraio 2017, da sinistra: Michel Prost-Dumont (vice direttore Succursale Monaco - Banque Populaire Méditerranée) Julien Marcilly (Economista Capo - Coface), Olivier Labédan (Direttore Commerciale - Gramaglia), Michel Dotta, (Presidente - MEB), Serge Crouzet (Direttore Succursale Monaco - Banque Populaire Méditerranée, (ft.©Si-Realis)

Il Monaco Economic Board (MEB), ha organizzato una conferenza per gli imprenditori del Principato, in collaborazione con la Banca Popolare Mediterranea e Gramaglia Assicurazioni dal titolo: "Rischio Paesi: analisi e opportunità per le imprese". Un'ottantina di persone hanno assistito all'intervento di Julien Marcilly, economista di COFACE per scoprire le tendenze dell'economia mondiale e il loro impatto sulle imprese dal punto di vista di uno dei leader dell'assicurazione-credito.
 
Nelle proiezioni per l’anno 2017, Coface ha annunciato un contesto economico mondiale abbastanza favorevole con una crescita in leggero riazo (+2,7% contro + 2,5% nel 2016) e, per la prima volta da circa due anni, più reclassamenti che declassementi dei Paesi. In effetti, più il tempo passa e meno gli chocs politici influenzano i mercati finaziari. La domanda è durerà questa tendenza in Europa dove l'incertezza politico ed economica non è mai stata così elevata ? Coface vede una risposta postiva degli investimenti, anche se l'indice di rischio politico resta molto presente la crescita potrebbe diminuire in caso di choc maggiore.

Julien Marcilly ha ricordato gli indicatori delle future  Missioni MEB: verde per la Slovacchia che beneficia di un sistema finanziario solido; verde anche per Israele con la manodopera altamente qualificata e la sua industria tecnologica. Quanto al Messico, le cui esportazioni dipendono dagli USA, potrebbe essere impattato dalla nuova politica americana. Il Paese resta comunque una destinazione di grande attrazione per la sua vicinanza con gli USA. I partecipanti alla conferenza hanno posto molte domande sulla base delle loro zone di esportazione. 

Realizzazione di una galleria pedonale del Ponte di Santa Devota

Realizzazione di una galleria pedonale del Ponte d...
Giovedì 9 febbraio 2017, (ft.D.R.)

Per migliorare il flusso della circolazione all’uscita della stazione di Monaco al Ponte di Santa Devota, il governo ha dato il via ai lavori per la realizzazione di un tunnel pedonale tra l’atrio superiore della stazione e il marciapiede del boulevard Princesse Charlotte.

 
A preparazione delle operazioni di terrazzamento della futura galleria, la prima parte dei lavori riguarderanno l’angolo del boulevard de Suisse e del boulevard Princesse Charlotte sono programmati nella settimana del 20 febbraio 2017.
Questi i lavori previsti tra lunedì 13 e venerdì 17 febbraio 2017:
• Spostamento della fermata del bus "pont Sainte Dévote" situata davanti al palazzo Armida, di una ventina di metri prima del ponte per la durata dei lavori, ossia 22 mesi.
• L’occupazione di una parte de la strada a valle del boulevard Princesse Charlotte per le installazioni del futuro cantiere.
• Saranno eliminati alcuni parcheggi in cima al boulevard de Suisse.
• La notte del 13 febbraio saranno installate con una gru le baracche di cantiere sul tetto terrazzato sopra all’accesso del parcheggio della stazione.

La DTC promuove il Printemps des Arts in Germania

La DTC promuove il Printemps des Arts in Germania
Mercoledì 8 febbraio 2017, A sinistra: Corinne Kiabski, Direttrice del servizio DTC; Guillaume Rose, Direttore DTC; Julia Stübenbock RP della DTC in Germania, de la DTC, Sophie Verdure, Printemps Des Arts; John Gary, Marketing ufficio DTC in Germania e Justyna Weber, Munich Global Communications.

Il prossimo festival del Printemps des Arts (17 marzo-8 aprile) è stato presentato al Circolo della Stampa di Monaco di Baviera da Sophie Verdure, rappresentante del Festival accompagnata dalla delegazione della Direzione del Turismo e del Congresso del Principato.

Il Direttore Generale della Direzione del Turismo di Monaco (DTC) Guillaume Rose e la Direttrice del servizio stampa Corinne Kiabski, hanno presentato la nuova equipe che rappresenta la DTC in Germania ma che promuove le attività monegasche anche in Austria e Svizzera.
La DTC si impegna da alcuni anni a rinforzare le sue attività di promozione presso la stampa internazionale ma anche verso i tour operator, per l'organizzazione di viaggi musicali nel Principato di Monaco durante i 4 lunghi week-ends dei concerti del festival.

Lavori di preparazione per l'estensione in mare

Lavori di preparazione per l'estensione in mare
Martedì 7 febbraio 2017, (ft.WSM/Colman)

In preparazione al cantiere che si occuperà della costruzione dell'estensione in mare al Portier, sono iniziati i lavori per la creazione di una zona di sicurezza marittima. La zona sarà vietata al pubblico sia a terra che in mare. A terra riguarda la parte del marciapiede che si estende anche all'interno del tunnel.
In mare la zona vietata alla navigazione e all'ormeggio sarà delimitata da boe gialle che partono dalla parte est della riserva marina del Larvotto fino ad ovest alle Spelugues.

L'Arcivescovo di Monaco Barsi festeggia San Francesco di Sales protettore della stampa

L'Arcivescovo di Monaco Barsi festeggia San France...
Venerdì 3 febbraio 2017, Da sinistra: Sabrina Bonarrigo, Milena Radoman, Padre Guillaume Paris, Ferxel Fourgon, Monsignor Bernard Barsi, Noel Mettey, Sandrine Negre, Cinzia Sgambati-Colman, (ft.WSM/Colman)

L'Arcivescovo di Monaco, Monsignor Bernard Barsi con il vicario, padre Guillaume  Paris e Ferxel Fourgon responsabile del protocollo e comunicazione dell'arcivescovado, ha ricevuto i giornalisti del Principato per ricordare San Franceso di Sales, santo patrono della stampa.

Nell'occasione, dopo aver raccontato la storia dell'ecclesiastico savoiardo, che cercava di convertire i calvinisti con manifesti scritti direttamente da lui, è stato annunciato che la diocesi ha i propri sociale: twitter @DioceseMonaco 
e su facebook Diocese de Monaco https://www.facebook.com/DioceseMonaco/?fref=ts
 

NUOVO PROGETTO SUL PORTO DI MONACO

NUOVO PROGETTO SUL PORTO DI MONACO
Mercoledì 1º febbraio 2017, Nella foto, in giallo, i due immobli, (ft.WSM/Colman)

Il Porto di Hercule in questi anni ha subito diversi cambiamenti che hanno nettamente migliorato la propria fisionomia. Il restyling non finisce qui. Il consiglio comunale ha approvato la vendita di una parte dei locali all’interno dell’immobile sito ai numeri 3 e 5 del avenue Président J.F. Kennedy, che saranno distrutti per essere ricostruiti.

L’immobile appartiene a tre proprietari, l’immobiliarista Renato Mazzolini, il Comune di Monaco e il Demanio. L’interno e stata anche sede storica della Société Nautique di Monaco e al suo interno vi sono ancora gli uffici della CAM (autobus) e il Club Temps de Vivre. Mazzolini aveva già presentato un progetto oltre 10 anni fa ma a causa della Société Nautique che aspettava la fine della costruzione della nuova sede, vicino allo YCM, ha dovuto attendere fino ad oggi per ripresentare il suo progetto. Il nuovo immobile sarà portato a livello della strada sovrastante, avenue d’Ostende, per essere allo stesso livello degli altri. Il governo ha guidato la trattativa anche per il Comune che è proprietario di 624 mq. al numero 5. Una volta riscostruita la palazzina, il Comune otterrà 492 mq., 198,33 al pian terreno e 293,67 nel mezzanino e riceverà 3.730.788 euro per i mq. mancanti. Il municipio investirà la somma per ristrutturare il primo piano del Foyer Sainte Devote dove sarà accolto il Club Temps de Vivre e gli uffici del Servizio Sociale del Comune.

Al demanio andranno tuti i locali commerciali del pian terreno mentre Mazzolini realizzerà un immobile per la sua famiglia. I lavori dovrebbero iniziare entro il primo trimestre del 2018 e il cantiere dovrebbe durare due anni. Adesso il progetto passa al Conseil National dovrebbe dare il consenso alla dismissione del terreno entro il prossimo aprile e quindi sarà rilasciato il permesso di costruire. Il progetto è stato realizzato dall’architetto Giraldi mentre l’immobile sarà cosruito dall’imprenditore Marzocco.

MINISTRO DI STATO: I TEMI DEL 2017

MINISTRO DI STATO: I TEMI DEL 2017
Martedì 31 gennaio 2017, A sinistra il Segretario Generale Robert Colle e il Ministro di Stato Serge Telle  (ft.D.R.)

il Ministro di Stato Serge Telle, affiancato dal Segretario Generale Robert Colle e dalla Direttrice della Direzione della Comunicazione, Geneviève Berti, ha incontrato la stampa per fare un punto sui principali temi legati all'attualità per il 2017.
In primo piano l'Europa. Il Ministro ha raccontato di aver incontrato il presidente di turno della UE, Joseph Muscat e il Presidente della commissione europea, Jean-Claude Juncker, con cui ha parlato dell'associazione dei Piccoli Stati: "In particolare - ha spiegato Serge Telle - abbiamo discusso del contesto in cui si svilupperà la nostra adesione all'associazione ed il suo inserimento politico al fine di comprendere bene gli appetiti dell'Unione Europea verso i Piccoli Stati. Il nostro mercato interno deve strutturarsi per il futuro - ha continuato Telle - il nostro avvenire è Europeo ma come ha richiesto S.A.S. il Principe Albert II con un'Europa che ci rispetti!".
Il Ministro ha poi aggiunto che la trattativa per la costituzione di un'associazione va avanti passo dopo passo, "La priorità nazionale non si tocca! - ha aggiunto il Ministro - Solo se questi principi saranno accettati dalla UE si raggiungerà un accordo. Confidiamo in Juncker, che essendo un Lussemburghese sa cosa vuol dire far parte di un piccolo Stato".
L'accordo dell'associazione dei Piccoli Stati con l'Unione Europea comunque passa in secondo piano rispetto alla brexit, ed ha raccontato Serge Telle: "La brexit britannica è prioritaria, ci vorranno due anni affinché l'uscita degli inglesi sia conclusa e quindi anche il nostro accordo non potrà esserci prima del 2020". Si tratterà comunque di tre accordi separati per il Principato, Andorra e San Marino in base alle proprie specificità e problematiche ma tutti e tre rientreranno in un preambolo generale. 

In secondo piano l'areoporto di Nizza. "Il Consorzio Azzurra ha ricevuto l'accordo di Bercy, stiamo entrando nella fase finale - ha spiegato il Ministro - sono i tempi tecnici normali. Il nome dell'aereoporto resterà tale quale. Per noi è importante partecipare a questo progetto perché rappresenta la porta d'ingresso ma anche di uscita internazionale. Così come sono importanti gli altri progetti, stradali, ferroviari e non ultimo il porto di Ventimiglia:
Porto di Ventimiglia: "Aspettiamo che l'Italia abbia un governo stabile dopo le elezioni. Avevamo già fissato un paio di appuntamenti che purtorppo sono saltati: il 14 luglio per il grave fatto di terrorismo e poi il 15 ottobre a causa del referendum italiano". "Vanno avanti gli incontri amministrativi con la prefettura di Imperia- ha spiegato il Segretario Generale Robert Colle, - non ci sono ancora date per l'inizio dei lavori fino a quando non saranno siglati tutti gli accordi con il governo".
Costruzione di una Teleferica. Monaco a tempi brevi si doterà di una teleferica per migliorare ancora di più la situazione del traffico. Pare sia questione di poco tempo ed il progetto sarà presentato ufficilmente. la teleferica partirà dal Jardin Exotique, scenderà al Centro Commerciale di Fontvieille per poi risalire a Monaco Ville, sotto il vecchio Conseil National. Quando poi saranno ultimati i lavori di costruzione dei due parcheggi di dissuasione alle entrate di Monaco (lato Jardin Exotique 1600 posti e lato Saint Roman 800 posti) la situazione del traffico migliorerà ulteriormente.
Estensione in mare: Un progetto che durerà dieci anni. I lavori sono cominciati, per il governo, nel rispetto delle richieste del Sovrano, tra le preoccupazioni più importanti c'è la protezione dell'ambiente. Per questo motivo è stata costituita una commisisone di esperti che impone condizioni precise affinché il progetto rispetti l'ambiente marino. Il secondo punto è la creazione di un cantiere che protegga il cittadino dall'inquinamento acustico.

 

Monaco partecipa alla 140° sessione del consiglio esecutivo dell’OMS, di Valentina Colman

Monaco partecipa alla 140° sessione del consiglio ...
Martedì 31 gennaio 2017, (ft.D.R.)

Una delegazione monegasca, guidata dall’ambasciatrice rappresentante permanente del Principato presso le Nazioni Unite, Carole Lanteri, partecipa a Ginevra fino al 1º febbraio, alla 140° sessione del Consiglio Esecutivo dell’OMS.

Il direttore generale dell’Organizzazione, dottor Chan, ha indicato che in un periodo caratterizzato dall’accrescimento delle diseguaglianze, la salute pubblica internazionale resta una forza unificatrice per ottenere dei risultati sociali equi nell’ambito del Programma di Sviluppo sostenibile all’alba del 2030.

Durante questa sessione del Consiglio Esecutivo inizierà il processo di elezione del nuovo Direttore generale dell’OMS che si concluderà durante l’Assemblea Mondiale della Salute a maggio prossimo. Il consiglio Esecutivo fa parte degli organi direttivi dell’OMS, composto da 34 membri eletti, si riunisce due volte all’anno e svolge il ruolo di facilitare il lavoro dell’Assemblea Mondiale della Sanita facendo applicare le decisione prese e formulando raccomandazioni.

Il Principato è membro dell’OMS dal 1948 e collabora attivamente, sostenendo l’elaborazione e l’adozione di alcune risoluzioni che rivestono un carattere importante per il Principato.

Il filosofare dei giovani: come e perché

Il filosofare dei giovani: come e perché
Domenica 28 gennaio 2017, (ft.©WSM/Colman)

Una conferenza, prevista mercoledì 8 febbraio alle ore 18.30 al liceo tecnico e alberghiero che avrà come protagonsti i giovani e il loro rapporto con la filosofia e di filosofeggiare. Il meravigliarsi potrebbe essere il richiamo primario della filosofia ma siamo ancora in grado di farlo o siamo troppo inclini alla razionalità? Filosofare richiede tronare a meravigliarsi a stupirsi come accade ai bambini.

Gli Incontri filosofici di Monaco  desiderano incoraggiare il filosofare dei giovani con l'apertura di spazi filosofia illuminista e tutto ciò che la filosofia cerca di mettere in discussione.

A presentare la serata sarà Isabelle Bonnal, Direttrice dell'Educazione Nazionale e dello Sport, parteciperanno i filosofi: Edwige Chirouter, Joseph Cohen, Robert Maggiori; il professore di filosofia Jean-Philippe Vinci e con la partecipazione di Cilvy Aupin produttrice del film "Ce n’est qu’un début!" Prenotazione obbligatoria fino alla vigilia della serata: reservation@philomonaco.com 

Sono autentiche le reliquie di Santa Devota

Darton-Barsi-Rossoni Notter.jpg
Da sinistra Yves Darton, l'arcivescovo Barsi e la dottoressa Rossoni-Notter
Santa Devota- reliquie.jpg
Venerdì 27 gennaio 2017, (ft.©WSM/Colman)

In questi giorni di celebrazioni della Santa Patrona di Monaco l’Arcivescovo, Monsignor Bernard Barsi ha annunciato che dopo attenti studi di archeologi e medici patologi si può affermare che le reliquie appartengono a Santa Devota.

L’equipe di ricercatori era formata da Elena Rossoni Notter archeologa-ricercatrice del Museo di Antropologia di Monaco; dall’antropologa Emilie Perez e dal paleontologo Yves Darton. Gli studi approfonditi hanno provato che le ossa appartenevano effettivamente ad una giovane donna, che aveva subito delle violenze prima di morire.

Infatti, Santa Devota, cristiana, fu perseguitata e torturata dai romani. Il dottor Darton ha spiegato: “Una volta stabilito che le ossa appartenevano ad una stessa persona, abbiamo identificato il sesso, femminile, la statura, piccola e l’età al momento del decesso molto giovane”.

Stabilito che le reliquie sono originali, il lavoro degli esperti non è terminato. Di Santa Devota si hanno le ossa delle braccia delle gambe. del torace in parte. “C’è ancora molto da scoprire – ci spiega la dottoressa Rossoni-Notter - in altre chiese di Monaco ci sono ancora dei resti di corpo umano. C’è la possibilità che tra le ossa, che ancora non sono state studiate, ci sia anche il cranio o altre parti della Santa”. Pertanto gli studi proseguiranno.

UNA MOSTRA PER LA FESTA DI SANTA DEVOTA

UNA MOSTRA PER LA FESTA DI SANTA DEVOTA
Giovedì 26 gennaio 2017,   (ft.©WSM/Colman)

Fino al 28 febbraio è visibile all’interno della Chiesa di Santa Devota un’opera d’arte molto rara. Si tratta del Polittico di Santa Devota e la mostra è intitolata “500 anni-Grimaldi e Doria a Dolceacqua”.

Questo legame indissolubile si perpetua con questa esposizione, aperta dall’arcivescovo di Monaco, Monsignor Bernard Barsi e dal sindaco di Ventimiglia, Fulvio Gazzola, che ha spiegato: “Questa esposizione rappresenta un gesto di ringraziamento da parte della Comunità di Dolceacqua verso la famiglia Grimaldi. La fortuna economica di Monaco, ha generato processi virtuosi per tutti i territori di confine”.

Il Polittico custodito e di proprietà della chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate a Dolceacqua è stato sottoposto a diversi restauri nel corso dei secoli. Negli anni '60, attraverso una radiografia, si scoprì che dietro ad un dipinto centrale di San Martino, ve n’era nascosto un altro, quello di Santa Devota.

All’interno della chiesa ci sono due postazioni multimediali realizzate da ETT, azienda digitale genovese leader del settore, che ha realizzato la parte di approfondimento storico-politico, culturale-artistico, raccontando la storia del legame tra la famiglia Grimaldi e i Doria di Dolceacqua.

Il Polittico di Santa Devota fu commissionato all’artista Ludovico di Brea che lo realizzò nel 1517, da Francesca Grimaldi di Monaco, sposa nel 1491 di Luca Doria di Dolceacqua. Un matrimonio che avrebbe dovuto portare pace tra le due famiglie perennemente in guerra. Brea era un artista molto rinomato all’epoca e ritrasse Santa Devota accanto a Santa Barbara a sinistra e Sant’Agata a destra.

Dopo la Chiesa di Santa Devota il Polittico sarà esposto al Palazzo Andrea Doria a Genova e poi a Roma presso la Basilica di Santa Francesca Romana.

FESTA DI SANTA DEVOTA

FESTA DI SANTA DEVOTA
Mercoledì 25 gennaio 2017, (ft.©WSM/Colman)

Due giorni di celebrazioni per la festa della Santa Patrona di Monaco, Santa Devota, la cui ricorrenza cade il 27 novembre. Per l'occasione giovedì 26 alle 19,35, dopo che i Principi avranno acceso il fuoco al falò che brucerà la barca che portò la Santa dalla Corsica a Monaco, tornerà lo spettacolo pirotecnico. Quest’anno sono state molto rinforzate le misure di sicurezza; controlli saranno effettuati sui pedoni con check-point di verifica visiva. Alcune strade saranno chiuse come la zona che va da Piazza Santa Devota fino al n° 9 de l’avenue Président J.F. Kennedy, dalle ore 17 alle 21 e il passaggio verso la stazione ferroviaria che sarà chiuso (accesso possibile solo dalla galleria Santa Devota).
 
Questo il programma di Giovedì 26 gennaio
 
Ore 10,30 chiesa Santa Devota: messa in lingua monegasca. Benedizione del mare.
Ore18,15 Porto Hercule – Quai des États-Unis, davanti alla stazione del Bateau-Bus punto d'incontro prima della Processione.
Ore 18,30 arrivo della Barca simbolica; 
inizio della processione; ore18,45 arrivo della Barca simbolo;
ore 18,50 La processione si avvierà verso la piazza Santa Devota
Ore 19 chiesa di Santa Devota: Saluto del Sacramento in presenza di S.A.S. il Principe Albert II e della sua famiglia che sarà celebrato dall’arcivescovo di Monaco, Mosignor Bernard Barsi. 
Presentazione del Polittico di Santa Devota di Dolceacqua ed a fine cerimonia, ore 19,30 in piazza di Santa Dévote sarà bruciata la barca simbolo per la famiglia dei Principi. 
Cui seguirà il fuoco d'artificio piro-melodico.

Com.It.Es.: S.O.S. terremotati in Italia

Com.It.Es.: S.O.S. terremotati in Italia
Lunedì 23 gennaio 2017,  Nella foto le coordinate per versamenti a sostegno dei terremotati.

Il Com.It.Es., Comitato degli Italiani all’Estero, ha deciso, visto il perdurare della gravissima situazione delle zone colpite dal terremoto, di mantenere attivo il conto pro terremotati fino al 31 maggio 2017 in pieno accordo con l’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco.

Il Com.It.Es. aveva già raccolto 15.500 euro durante la scorsa festa di Natale, che sono stati inoltrati direttamente al sindaco di Norcia.

Monaco promosso per il rispetto dei Diritti dell'Uomo

Monaco promosso per il rispetto dei Diritti dell'U...
Lunedì 23 gennaio 2017, al centro Nils Muiznieks, a destra la consigliera della Comissario Françoise Kempf, a sinistra Giancarlo Cardinale vice-direttore dell'ufficio del Comissariato per i Diritti, (ft.©WSM/Colman)
 
Il presidente dalla Commissione Diritti dell’Uomo del Consiglio d’EuropaNils Muiznieks, ha incontrato i giornalisti al termine degli incontri avuti con S.A.S. il Principe Alberto II e con diverse autorità del Principato.

La visita riguardava in particolare il quadro giuridico e istituzionale della protezione dei diritti dell’uomo a Monaco e dei diritti delle persone che appartengono a gruppi più deboli. Esame passato, secondo Muiznieks, anche se “Monaco ha compiuto importanti progressi negli ultimi anni – ha detto il presidente della commissione- deve però consolidare e migliorare la protezione delle persone più fragili, come i minori e gli handicappati e le persone LGBTI, per fare questo dovrà rinforzare le istituzioni incaricate”.
Muiznieks ha spiegato che la creazione nel 2013 dell’Alto Commissariato per la protezione dei diritti, delle libertà e della mediazione, guidato dall’avvocatessa Anne Heastwood, è un’istituzione che gioca un ruolo essenziale per la protezione dei diritti dell’uomo, tuttavia il presidente ritiene che il mandato dell’Alto Commissario dovrebbe essere più ampio, per esempio conferendogli il potere di poter ricevere direttamente delle denunce per segnalare lesioni dei diritti, (minori, persone a mobilità ridotta, ecc) che le permetterebbe un lavoro più approfondito sul tema dei diritti dell’uomo a Monaco.

Inoltre, Muižnieks ritiene che Monaco dovrebbe rafforzare il quadro giuridico per la protezione contro la discriminazione, tale legge permetterebbe di sanzionare meglio la discriminazione e rappresenterebbe un segnale forte a favore delle pari opportunità per tutti i cittadini.
 

COMMEMORATO SAN SEBASTIANO, di Valentina Colman

COMMEMORATO SAN SEBASTIANO, di Valentina Colman
Sabato 21 gennaio 2017, (ft.©Manuel Vitali/Direction de la Communication)
 
Commemorato San Sebastiano, Santo Patrono dei Carabinieri del Principe in presenza del Sovrano. Una cerimonia che riveste un momento importante, in quanto la prima di tutta una serie di eventi che quest'anno celebreranno il bicentenario della Compagnia dei Carabinieri creata nel 1817 dal Principe Honoré V.

Durante la presa d'armi nel cortile d'onore di Palazzo, il nuovo Capo dei Carabinieri Gilles Convertini, ha ricevuto ufficialmente il Comando delaa Compagnie dei Carabinieri del Principe.

Dopo la cerimonia la Compagnia è uscita da Palazzo sfilando al suono dell’Orchestra dei Carabinieri per dirigersi verso la Cattedrale di Monaco per assistere alla Messa in commemorazione di San Sebastiano.

IL MINISTRO DI STATO SERGE TELLE INCONTRA LA STAMPA

IL MINISTRO DI STATO SERGE TELLE INCONTRA LA STAMP...
Giovedì 19 gennaio 2017, (ft.WSM/Erika Tanaka) 

Con l'inizio del nuovo anno, il Ministro di Stato Serge Telle ha riunito i rappresentati della stampa per parlare di un tema che a lui sta molto a cuore: il ruolo della stampa e l'evoluzione dei media.
L'occasione è stato il cocktail offerto dal Ministro per il nuovo anno, accompagnato dal suo governo e da Genevieve Berti, direttrice della Direction de la Communication di Monaco. Telle ha detto: "Monaco deve paralre di Monaco e per fare questo occorre il lavoro dei giornalsti che raccontano, anche con critiche, quello che accade nel Principato ma anche un forte polo di comuncazione e per questo motivo è in atto una riforma della Direzione della Comunciazione ed è in corso una riflessione sull'evoluzione di questo polo. - ha aggiunto Telle- l'informazione è ampia ed oggi coinvolge anche tutti i social che non devono essere dimenticati. È un fatto che il neo-presidente degli USA comunichi direttamente le  sue informazioni attraverso twitter. Il mondo dei media è in mutazione e la politica anche".

Far conoscere al mondo in modo efficace Monaco è uno degli obiettivi, tenendo sempre presente le diverse esigenze di coloro che vivono e lavorano nel Paese.

Il Ministro di Stato incontra il presidente della SNCF

Il Ministro di Stato incontra il presidente della ...
Sabato 14 gennaio 2017, da sinistra Guillaume Pepy e Serge Telle, (ft.Dir. Comm.)

Importante incontro di lavoro tra il Ministro di Stato Serge Telle e il presidente del direttorio della SNCF (Ferrovie Francesi) Guillaume Pepy, accompagnati da rispettive delegazioni per parlare della questione della mobilità e per migliorare i servizi esistenti delle diverse linee ferroviarie. 

Linea Mandelieu-Ventimiglia.Cinque i punti da sviluppare: affidabilità, regolarità, capacità, interoperabilità e velocità. Il Principato participa agli studi dei lavori da svolgere nell'ordine di 714.250€.

Relazioni ferroviarie transfrontaliere tra tre territori (Regione PACA, Regione Liguria e Principato di Monaco) attraverso il progetto INFORAILMED all'interno del programma europeo ALCOTRA 2007- 2013.
I primi risultati sono: attivazione di un sistema d'informazione bilingue; coordinazione delle offerte ferroviarie; gestione delle situazioni di traffico perturbato nella stazione di Vintimille.

Audit per il servizio della stazione di Monaco-Monte-Carlo sul bilancio della Regione PACA. Lo Stato ha confermato la sua partecipazione finanziaria ad un audit che dovrà permettere di valutare il costo dell'evoluzione del servizio nella stazione di Monaco.

Miglioramento del servizio TER - lo Stato ha confermato la propria partecipazione al finanziamento dei lavori di prolungamento dei marciapiedi della stazione di Nizza-Riquier (220 m) che potranno di accogliere delle nuove linee della Régio2N.

I trasporti in comune sono fondamentali nella politica sulla mobilità del governo del Princie. I treni contribuiscono in maggioranza allo spostamento dei dipendenti che ogni giorno vengono a lavorare nel Principato. La stazione di Monaco accoglie ogni anno oltre 6 milioni di passeggeri (contro i 2,3 milioni del 1998). In ordine di frequentazione, Monaco è la seconda stazione di tutta la Costa Azzurra dopo Nizza (7 milioni) e la linea Nizza città- Monaco, è il segmento più trafficato della linea TER.

Su l’axe Nizza-Ventimiglia, la stazione di Monaco, è servita da 102 treni al giorno, ed è la stazione di partenza o arrivo per oltre il 43% dei passeggeri, di cui il 67% sono abbonati di TER PACA.

Il Sindaco incontra la stampa e annuncia le novità 2017

Il Sindaco incontra la stampa e annuncia le novità...
Giovedì 12 gennaio 2017,Ft. Marjorie Crovetto-Harroch, Françoise Gamerdinger, Jacques Pastor, Nicolas Croesi, Henri Doria, Axelle Amalberti-Verdino, Karyn Ardisson-Salopek et Claude Bollati (ft. Mairie MC)

Il sindaco Georges Marsan e tutto il consiglio comunale hanno incontrato la stampa per i consueti auguri di Buon Anno. Marsan ha ringraziato i giornalisti per la collaborazione attiva nella comunicazione delle attività del Comune ed è poi passato a presentare il programma della municipalità nel 2017.

Animazioni:ci sarà il ritorno dei fuochi d’artificio, il 26 gennaio per la festa della Patrona di Monaco Santa Devota e poi durante l’estate con il Concorso Internazionale dei Fuochi d’Artificio Piro-melodici di Monaco; durante la prossima estate, il Quai Albert I dove si svolge il Villaggio di Natale, tornerà invece uno spazio libero, una passeggiata, in cui le famiglie possono ritrovarsi ed i giovani divertirsi.
Sociale: per gli anziani assistiti a domicili, ci sarà la possibilità di ricevere a casa anche la cena e l’organizzazione di un servizio per commissioni su richiesta. Per la prima infanzia: apertura del terzo micro-nido alla Villa Les Pins che potrà accogliere 10 bambini. Cimitero: l’ampliamento dei loculi per contener le ceneri dei defunti ed un nuovo accesso per le persone a mobilità ridotta. -

Ambiente: proseguirà la campagna di sensibilizzazione contro gli sprechi alimentari presso i ristoratori del Principato per sviluppare la rete di partners.
Amministrazione Elettronica: un nuovo servizio con la richiesta in linea degli atti di Stato Civile, per facilitare le pratiche  
Sport e svaghi: la creazione in fine anno di una nuova palestra municipale sul Porto di Monaco, adiacente lo Stadio Nautico Rainier III, con tariffe molto competitive. Nuovi progetti legati alla cultura saranno annunciati prossimamente.

IL SINDACO DI MONACO RICEVE NICO ROSBERG ED ALTRI PILOTI

IL SINDACO DI MONACO RICEVE NICO ROSBERG ED ALTRI ...
Mercoledì 11 gennaio 2017, foto da sinistra: Jacques Pastor, Stéphane Richelmi, Charles Leclerc, Marjorie Crovetto-Harroch, Georges Marsan, Nio Rosberg e sua moglie, Christophe Ponset, Serge Pastor.(ft.©MairieMonaco)

Il sindaco di Monaco Georges Marsan, accompagnato dai vice Marjorie Crovetto-Harroch e Jacques Pastor ha ricevuto in Municipio il Campione del Mondo di Formule 1 2016 e residente monegasco Nico Rosberg, e altri due piloti monegaschi Charles Leclerc, Campione di GP3 2016, e Stéphane Richelmi, vincitore della 24h di Le Mans 2016 nella categoria LMP2.

Nell'occasione il Sindaco ha conferito la Medaglia d'Oro per lo Sport ai piloti per i brillanti risultati acquisiti. Presenti anche Serge Pastor e Christophe Ponset, l'equipaggio del Comune vincitore nella categoria "veicoli elettrici" de l'E-Rally Monte-Carlo 2016.

GILLES TONELLI RIUNISCE I CORPI CONSOLARI

GILLES TONELLI RIUNISCE I CORPI CONSOLARI
Mercoledì 11 gennaio 2017, (ft.©Direction de la Communication/Charly Gallo)

Gilles Tonelli, Ministro delle Relazioni Estere e della cooperazione ha rivolto i propri auguri di Buon Anno ai Corpi Consolari accreditati nel Principato di Monaco. Presenti per l’occasione anche il Ministro di Stato Serge Telle e il Capo del Gabinetto del Principe, Georges Lisimachio.

Dopo aver ringraziato gli Ambasciatori e i Consoli per il loro lavoro durante l’anno 2016 il ministro ha spiegato che la perennità del regime monarchico assicura una continuità delle politiche e una permanenza delle priorità che permettono una costruzione solida a lungo termine.

Tonelli ha poi ricordato che nel 2016 sono stati accreditati nel Principato 21 nuovi ambasciatori stranieri e che è stata aperta la prima Ambasciata di Monaco in Portogallo, a Lisbona. Il Principato ha relazioni diplomatiche con 132 Stati nel mondo e 110 Ambasciate straniere sono accreditate a Monaco.

A fine 2016, 80 Paesi sono ufficialmente rappresentati nel Principato da un Console e cinque nuovi Consoli di Monaco sono stati nominati all’estero.

HOTEL DE PARIS VERSO LA FASE FINALE

HOTEL DE PARIS VERSO LA FASE FINALE
Martedì 10 gennaio 2017, (ft. WSM/Colman)

Il 6 ottobre 2014 l'Hotel de Paris, dopo 150 anni dalla sua costruzione, chiudeva in parte, per dare il via ad un'importante ristrutturazione che comprende anche parte della piazza del Casinò, là dove c'era lo Sporting sono in fase di costruzione 7 palazzine nuove che ospiteranno appartamenti residenziali e nella parte inferiori boutique di super lusso.  

In questi primi giorni del 2017 la sorpresa, una parte delle impalcature è stata tolta per lasciare posto alla parte ricostruita, sempre in stile belle-epoque ma con un tocco di modernità. In tutto questo tempo l'Hotel de Paris è rimasto aperto con una cinquantina di camere ma i lavori vanno avanti nei tempi stabiliti e per il mese di maggio la nuova parte dell'albergo, così come il ristorante Grill, saranno riaperti.  Dopo il Gran Premio saranno chiuse al pubblico per essere rinfrescate la hall e il lobby. Molto probabilmente il ristorante Louis XV si trasferirà per il periodo dei lavori in quello che era il Coté Jardin, per poi tornare al suo locale originale.

Vietati gli imballaggi di plastica a Monaco, di Valentina Colman

Vietati gli imballaggi di plastica a Monaco, di Va...
Sabato 7 gennaio 2017,  (ft.D.R.)

Da metà del 2016 a Monaco sono vietati i sacchetti di plastica monouso alle casse dei supermercati e negozi di alimentari. Dal 1º gennaio 2017 questo divieto è stato esteso a tutti i sacchetti in plastica destinati agli imballaggi delle merci in tutti i commerci (supermercati, macellerie, mercati, farmacie, ecc.).

Saranno autorizzati solo i sacchetti biodegradabili, costituiti da almeno il 30% di materiali provenienti da fonti rinnovabili. Questa proporzione aumenterà per raggiungere progressivamente quota 40% al 1º gennaio 2018, 50% al 1º gennaio 2020 e 60% al 1º gennaio 2025.

Sui sacchetti biodegradabili sarà stampata la normativa NF T51-800 o la scritta “OK compost Home”. In pratica, questo divieto si riferisce al confezionamento di prodotti sfusi sugli scaffali di negozi alimentari o sugli stand dei mercati (imballaggi per pesare frutta e verdura, pesci, ecc.). Un impegno per un commercio rispettoso dell’ambiente e dei consumatori.

Operazione FANB: lavori di raccordo alle reti urbane

Operazione FANB: lavori di raccordo alle reti urba...
Giovedì 5 gennaio 2017, 

I lavori di ricostruzione della scuola François d’Assise Nicolas Barré in avenue de Roqueville e della Casa Diocesana in rue Bellevue proseguono con i raccordi alle reti idriche, elettriche, telefoniche. I lavori che inizieranno il 9 gennaio termineranno a metà novembre 2017 e comporteranno anche delle chiusure di strade o interruzioni.
Dal 9 gennaio all’inizio di marzo chiusura della rue Paradis con passaggio alternativo rue des Gêts e rue des Roses. Da fine marzo a fine giugno la rue de la Source sarà chiusa nella parte compresa tra la rue des Roses e l’avenue de Roqueville alla frontiera con la Francia.
Da inizio ottobre a metà novembre 2017, fase di lavori tra la rue de Bellevue e il boulevard Princesse Charlotte.

L’Istituto FANB raggrupperà 750 studenti di scuola media e liceo ed ospiterà 750 studenti, le porte si apriranno per l’anno scolastico 2019. La Casa Diocesana, al 18 rue Bellevue comprenderà 5 piani e raggrupperà i servizi pastorali ed amministrativi potrà accogliere cerimonie e manifestazioni.