ARTE & CULTURAarch-dic-gen.2015 - montecarloin.net

Al Park Palace l'arte di Jeanne Ricketts

Al Park Palace l'arte di Jeanne Ricketts
Giovedì 31 dicembre 2015, (ft.D.R.)

Al Park Palace Shopping Center, in questi giorni di festa, oltre alle belle boutique, si possono ammirare delle opere realizzate dall’artista Jeanne Ricketts. Dei grandi pannelli, di una serie poetica di street art, dedicati al Mediterraneo di notte.

"L'Oiseau" di Albert Diato al Liceo Tecnico Alberghiero

"L'Oiseau" di Albert Diato al Liceo Tecnico Alberg...
Mercoledì 23 dicembre 2015, (ft.Charly Gallo/CDP) 

"L'Oiseau" (L'Uccello), opera monumentale dell'artista monegasco Albert Diato è stata ufficialmente posta al Liceo Tecnico Alberghiero di Monaco, alla presenza di SAS il Principe Albert II e SAR la Principessa di Hannover. Sono occorsi 17 mesi di restauro prima di poter installare la gigantesca (500Kg.) opera su una parete di 20 metri nell'immensa hall che porta all'Auditorium dell'Istituto.

Il lavoro fu richiesto nel 1960 dal Principe Pierre di Monaco ad Albert Diato per decorare il soffitto della Biblioteca Principessa Carolina che all'epoca si trovava nell'immobile ai piedi della Rampe Major. Negli anni la biblioteca cambiò posto e nei locali fu spostata la polizia. Il dipinto restò coperto da un controsoffitto fino al 2014, quando fu riscoperto durante i lavori di ristrutturazione.
Il governo decise di fare restaurare l'opera da Claude Wrobel, conservatore e restauratore che lavora per il NMNM.

La BSI presenta: FRAGILE CITIES

La BSI presenta: FRAGILE CITIES
Venerdì 4 dicembre 2015, (ft. M.R.Ballestra) 

Fino al 10 dicembre la BSI Monaco presenta, nel suo spazio espositivo la mostra fotografica di Maria Rebecca Ballestra che affronta, grazie alle immagini, il tema dell’architettura mettendo a confronto tre diversi modelli ognuno di questi corrisponde in realtà a tre grandi economie: Cina, Brasile e UAE.

Gli scatti di Maria Rebecca sono motivo di riflessione sul futuro del vivere in città: l’uomo e l’urbanizzazione in rapporto allo sviluppo economico, alle tematiche sociali, politiche ed ecologiche.

Tre le serie in mostra: Homes del 2009 dedicata alla Cina; la serie di stampe su carta Yangtze River che documenta una delle più discusse opere ingegneristiche del nostro secolo come quella diga sul fiume Azzurro e la serie Maps in cui sono replicate mappe e dati delle due più grandi megalopoli brasiliane, Rio de Janeiro e San Paolo del Brasile.

L’esposizione si conclude con le immagini futuriste della serie The Green City sulla città di Masdar (Abu Dhabi), una delle città più sostenibili al mondo.

BSI Monaco SAM L'Alexandra – 35, boulevard Princesse Charlotte.
Fragile Cities-Masdar.JPG
Nelle due foto gli immobili eco-sotenibili di Masdar (Abu Dhabi) fotografati da Rebecca Ballestra (ft.WSM)
Masdar- Fragile Cities.JPG

LINKED: L'ARTE E IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

LINKED: L'ARTE E IL CAMBIAMENTO CLIMATICO
Domenica 28 novembre 2015, Olga Letykai con alle spalle l’igloo di Mario Merz, (ft.WSM/Colman) 

Olga Letykai Csonka, con la sua cerimonia di benvenuto, ha inaugurato la nuova mostra del Museo Oceanografico intitolata LINKEDquando l’arte contemporanea sensibilizza al cambiamento climatico. Una mostra presentata alla vigilia della riunione del COP2 di Parigi.

Olga arriva dalla Tchoukotka, una provincia dell’estrema Russia, dopo la Siberia, difronte all’Alaska. Il suo benvenuto ai visitatori per questa esposizione, mostra anche antiche tradizioni, che il cambiamento climatico potrebbe cancellare se a causa del clima le popolazioni dovessero essere obbligate a spostarsi.

Si tratta di una piccola deliziosa esposizione, dove le sculture sono opere di artisti dell’artico russo e canadese come quelle di Abraham Anghik Ruben, e alcune produzioni occidentali, svizzere ed italiane degli artisti Alois Lichtsteiner e Alessandro Sciaraffa e Mario Merz.

L’esposizione sottolinea l’interdipendenza delle differenti culture e l’urgenza di raggiungere un accordo internazionale che permetta di lottare efficacemente contro il cambiamento climatico. La mostra, che sarà visibile fino al 29 febbraio, è stata organizzata dalla Cerny Inuit Collection.
Amirruq.JPG
"Amirruqdi Mattijusi Manukuluk lyaituk
madre che prega.JPG
"La madre che prega per la sopravvivenza" di Mattijusi Manukuluk lyaituk
Alois Lichtsteiner.JPG
I ghiacciai di Alois Lichtsteiner

"Sguardi"di Steve McCurry in mostra a Monaco

"Sguardi"di Steve McCurry in mostra a Monaco

Venerdì 16 ottobre 2015, (ft Steve McCurry)

Fino all'11 novembre c'è una mostra a Monaco da non perdere. Ricordate la famosissima foto della ragazza afgana con gli occhi verdi?

Si potrà ammirare alla Sala d’Esposizione del Quai Antoine I insieme agli altri stupefacenti scatti del grande fotografo, Steve McCurry.

Una retrospettiva, organizzata dagli Affaires Culturelles di Monaco in collaborazione con SudEst 57, dove sono ripercorsi i 30 anni di carriera di Steve McCurry attraverso 100 scatti: dai ritratti di donne, bambini e uomini ai momenti di vita.

Salle d’Exposition du Quai Antoine 1er 4, quai Antoine I – Info: (+377) 98 98 83 0

Un successo la settimana della Lingua Italiana a Monaco

Un successo la settimana della Lingua Italiana a M...

Lunedì 12 ottobre 2015, Da sinistra: Angela Papale, Fabio Marra e l'Ambasciatore Massimo Lavezzo Cassinelli, (ft.Andrea Cabiale) 

Un successo, le manifestazioni organizzate a Monaco dall’Ambasciata d’Italia in collaborazione con associazioni e istituzioni culturali per la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. Sei eventi in tutto, con unico denominatore che quest’anno era la musica. Le manifestazioni, che si sono concluse con un concerto, presso il Museo Oceanografico in presenza dell’Ambasciatore di Monaco, Massimo Lavezzo Cassinelli e numerose autorità, tra cui Jean-Charles Curau, direttore degli Affari Culturali di Monaco.

Per l’ultimo spettacolo protagonista è stata la bellissima voce del soprano Angela Papale, accompagnata al piano da Fabio Marra, musicologo, per una lezione-concerto dedicata all’Opera. Il professor Marra ha introdotto il concerto parlando della storia del melodramma, il soprano Angela Papale si è esibita in un recital con 15 arie di opere di Verdi, Ponchielli, Puccini. Il concerto è terminato con l’interpretazione de del brano musicato da Tosti “A vucchella” testo scritto da Gabriele D’annunzio.

L’Ambasciatore d’Italia a Monaco, Massimo Lavezzo Cassinelli ha dichiarato: “Il bilancio di questa manifestazione è senz’altro positivo. Abbiamo presentato sei serate sul rapporto dell’italiano con la musica, abbiamo spaziato dalla musica leggera alla classica per concludere con l’opera che forse, con la librettistica, è stata il vettore principale per la diffusione dell’italiano nell’800. Gli spettacoli sono stati tutti molto interessanti- ha aggiunto l’ambasciatore- ma una nota particolare la meritano la cantante Roberta Giallo e il bravissimo violinista Valentino Corvino. Sono davvero molto soddisfatto, sia per come il pubblico ha seguito la nostra settimana che per l’impatto mediatico”.

I Premi della Fondazione Prince Pierre de Monaco

I Premi della Fondazione Prince Pierre de Monaco
Giovedì 8 ottobre 2015, (ft.CDP) 

Presso il teatro dell’Opera, Salle Garnier, SAR la Principessa di Hannover ha consegnato i Premi culturali, della Fondation Prince Pierre de Monaco. Un appuntamento molto atteso dal pubblico che, durante la serata può ascoltare alcuni estratti delle opere premiate e quest’anno anche un brano dell’opera musicale del compositore Erkki-Sven Tüür.
Quest’anno infatti la Fondazione ha celebrato in particolare la musica, il premio del miglior compositore è attribuito ogni tre anni . Il Premio Letterario è andato alla scrittrice Chantal Thomas per l’insieme delle sue opere; il vincitore de La Bourse de la Découverte a Jean-Noël Orengo per il libro “La Fleur du Capital";
il Coup de Coeur dei Liceali a Etienne Guéreau per “Le clan suspendu”. Premio della Composizione Musicale a George Benjamin per la sua opera in 3 atti Written on Skin; Coup de Coeur dei Giovani Melomani a Erkki-Sven Tüür per la sua opera "Perigrinus Ecstaticus", concerto per clarinetto e orchestra; Premio per una prova critica sull’arte contemporanea a Zian Chen per il suo articolo Fictional Exbitions pubblicato sul LEAP, rivista d’arte contemporanea pubblicata in Cina.

Settimana della Lingua italiana nel Mondo: La Favola della Canzone Italiana

Settimana della Lingua italiana nel Mondo: La Favo...
Lunedì 5 ottobre 2015, Un momento dello spettacolo, (ft.WSM/Colman)

La Dante Alighieri Monaco ha aperto le manifestazioni della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo in presenza dell’Ambasciatore d’Italia a Monaco, Massimo Lavezzo Cassinelli.

L’associazione che in assoluto rappresenta la Lingua Italiana nel Mondo, ha proposto uno spettacolodi altissimo livello. “La Favola della Canzone Italiana: parole e musica dell’Italia che cambia da Modugno a Mina” era il titolo dello spettacolo che segue esattamente la tematica della Settimana che è “L’italiano della musica, la musica dell’italiano”.

Una lezione-spettacolo condotta dai giornalisti Ernesto Assante e Gino Castaldo. I due super esperti di musica hanno guidato il pubblico in un viaggio a ritroso per scoprire, tramite l’ascolto e il racconto di storie ed aneddoti, come si è evoluta la musica italiana, tra sogni, ideali, passioni ma anche divertimento. Con questo spettacolo la Dante Alighieri ha fatto sicuramente scoprire al pubblico due personaggi di grandissimo talento: la cantautrice e musicista Roberta Giallo, con una voce davvero splendida e il violinista, nonché direttore d’orchestra, Valentino Corvino. Ricordiamo che la Settimana della Lingua Italiana si svolge con l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana e di SAS il Principe Albert II di Monaco. Il Prossimo appuntamento della settimana è per il 5 ottobre presso la Scripta Manent, per “I castrati e l’eccellenza della musica barocca” mentre la Dante Alighieri dà appuntamento l’8 ottobre al Teatro des Variétés alle ore 18,30 con la serata “Il Secolo dei lumi e dei misteri: Philippe Daverio incontra l’Orchestra di Monaco”.

Street Art: Etnik a Nizza

Street Art: Etnik a Nizza
Venerdì 2 ottobre 2015, Etnik nella foto (ft.WSM/Colman) 

Non potevamo mancare di segnalare la presenza in Costa Azzurra di un grande artista italiano. Etnik, fondatore della Street Art italiana propone il paesaggio urbano astratto per eccellenza. Alla GCA Gallery di Nizza fino al 5 dicembre, Etnik propone la mostra FUN da MENTAL. Pannelli in legno dipinti in acrilico in cui Etnik esprime la sua visione del mondo invaso dal cemento arricchendo le sue prospettive di colori artificiali con toni di luci irreali. Il lavoro dell'artista è stato anche paragonato, dai critici, al paesaggio metafisico di Giorgo de Chirico del 1910: i due artisti hanno in comune il rifiuto della rappresentazione fedele di un paesaggio urbano nascosto, per lasciare posto a sogni, enigmi e fantasie.

Etnik in occasione del'inaugurazione, ha voluto lasciare il segno del suo passaggio, dipingendo un muro all'interno del Mercato delle Pulci di Nizza.


GCA Gallery - 16 bis rue Catherine Ségurane 06300 Nice  www.gcagallery.fr
Etnik.JPG
(ft.GCA Gallery)
Etnik Nice.jpg

Open des Artistes 2016

Open des Artistes 2016
Domenica 27 settembre 2015,

Il Clima e gli Uomini sarà il tema che gli artisti che parteciperanno al concorso 2016 Open des Artistes dovranno ispirarsi per la creazione delle loro opere.

La Conferenza di Parigi sul Clima prevista a fine anno dovrebbe essere il mezzo politico per lottare contro il riscaldamento; il mondo dell'arte può portare un contributo importante per  sensibilizzare ulteriormente l'opinione pubblica su questo grave problema.

Per questo motivo la galleria monegasca L'Entrepôt, organizzatrice del concorso, ha scelto questo tema.

Per isciversi al concorso c'è tempo fino al 30 novembre 2015 su http://www.lentrepot-monaco.com

Il Principe a Parigi per la Giornata del Patrimonio

Il Principe a Parigi per la Giornata del Patrimoni...

Venerdì 18 settembre 2015, Un francobollo di Monaco che ritrae la Principessa Luisa Ippolita,


In occasione della Giornata del Patrimonio, che si svolge in Francia questo fine settimana, SAS il Principe Albert II si recherà a Parigi su invito del Primo Ministro francese Manuel Valls. Presso l’Hotel Matignon sarà commemorato il tricentenario del matrimonio tra la Principessa Luisa Ippolita di Monaco e Jacques IV di Matignon. 


SAS il Principe Albert II e il Ministro Valls incontreranno i visitatori dell’Hotel Matignon e scopriranno con loro un’esposizione di quadri e documenti storici dedicati a quel periodo di storia. Una mostra preparata in collaborazione tra il servizio del Primo Ministro francese, le Collezioni dei Principi e gli Archivi del Palazzo del Principe di Monaco.


Nel 1725, l’Hotel de Matignon divenne residenza parigina dei Principi di Monaco, dove preferirono vivere fino alla fine del XVIII secolo. Secondo le regole di successione dei Grimaldi, quando una donna ha diritto a regnare, il Principe consorte assume il nome dei Grimaldi e tutti i loro simboli. Il Principe Jacques divenne Principe di Monaco alla morte della moglie, la Principessa Luisa Ippolita e abdicò poi a favore del figlio Honoré III.

La Galleria Ribolzi espone Fred Kleinberg

La Galleria Ribolzi espone Fred Kleinberg
Giovedì 17 settembre 2015, Da sinistra Fred Kleinberg e Adriano Ribolzi (ft.WSM/Colman)

La galleria Ribolzi, come ogni anno propone la mostra personale del vincitore del Gran Premio d'Arte Contemporanea promosso da GEMLUC, sotto la presidenza d'onore di SAR la Principessa di Hannover.

Nell’esposizione, intitolata "Du Paysage à l'Intime" fino al 3 ottobre, si possono ammirare le opere di Fred Kleinberg rappresentative di alcune fasi dei sui lavori come i ritratti intimistici e la straordinaria natura, uniti da un fil rouge ricorrente, il colore verde-turchese.
FK_1619.JPG
Kleinber.JPG

Maison d'Art: Tête à Tête

Maison d'Art: Tête à Tête
Martedì 15 settembre 2015, 

La galleria Maison d'Art presenta, fino al 22 settembre, la mostra "Tête à Tête". La mostra rientra nell'ambito degli eventi dell'Anno della Russia a Monaco. In esposizione ci sono le opere di artisti che fanno parte dell'associazione moscovita HOLST diretta da Dmitry Kholkin; gli artisti si ispirano al tradizionale realismo russo  e in questo caso la natura è il filo conduttore delle loro opere. Oltre a Dmitry Kholkin espongono: Violetta Goldina, Irina Kovalevskaya, Elena Pavlova, Marianna Chaykina.

Benjamin SPaRK a L’Entrepôt

Benjamin SPaRK a L’Entrepôt

Martedì 4 agosto 2015, 

Torna alla galleria L’Entrepôt l’eclettico Benjamin SPaRK, che si esibirà in una performance esclusiva davanti al pubblico.

Per due ore, sabato 8 agosto, SPaRK dipingerà una maxi tela con diverse tecniche miste, rivelando anche qualche piccolo segreto al pubblico e tutto a tempo di musica elettronica.

In esposizione ci saranno anche alcuni lavori recenti dell’artista che spazia tra la Pop e la Street Art.

ALLA SCOPERTA DELLE TERRE AUSTRALI

ALLA SCOPERTA DELLE TERRE AUSTRALI

Lunedì 3 agosto 2015


Il Grimaldi Forum che durante l'estate propone la straordinaria mostra da Chagall a Malevitch si prepara ad inaugurare il 7 settembre, l'esposizione Escale au bout Du Monde, alla scoperta delle Terre Australi e Antartiche francesi.

La mostra si terrà fino al 27 settembre sotto la Verrerie del Grimaldi.
Invito al pubblico per un viaggio atipico: da sotto al tropico, alle isole australi al continente bianco. A realizzare gli scatti eccezionali sono Bruno Marie e Stephanie Légeron.

20 luglio compleanno del Grimaldi Forum

20 luglio compleanno del Grimaldi Forum
Venerdi 17 luglio 2015 (ft. WSM/Colman) 

In occasione del suo 15° compleanno, il Grimaldi Forum invita il pubblico a andare a visitare GRATUITAMENTE la magnifica mostra dell'estate "Da Chagall a Malevitch: la rivoluzione dell'avanguardia".

Non solo la mostra, che potrà essere guidata (su iscrizione all'arrivo dalle 11.30 alle 14.30), ma anche tante sorprese per questo importante compleanno musica, danza, fiabe e racconti, performance artistiche nel menù della giornata. Il mezzosoprano Ornella Corvi sarà accompagnata al pianoforte da Valeria Monfort-Suchkova su arie di grandi compositori russi quali Ravel, Poulenc, Moussorgski e Rachmaninov ( tra le 15 e le 17).

L'ex solista dei Balletti di Monte-Carlo, Gaetan Morlotti darà vita alle opere di Chagall attraverso la danza (dalle ore 11 alle 18).

Tante altre sorprese attenderanno i visitatori. Tra queste dalle 11 alle 15, a coloro che usciranno dalla mostra sarà proposto un giro in mongolfiera per godere dall'altro del magnifico panorama del Grimaldi Forum che domina quartiere del Larvotto.

Entrata libera dell'esposizione dalle ora 10 alle 20.

Fiabe e leggende russe per bambini dai 4 agli 11 anni ore 15 e ore 16.

Da Chagall a Malevitch, mostra fantastica del Grimaldi Forum

Da Chagall a Malevitch, mostra fantastica del Grim...
Martedì 14 luglio 2015, (ft.WSM/Colman) 

È uno di quegli eventi che non si possono perdere, la mostra estiva del Grimaldi Forum: “Da Chagall a Malevitch, la rivoluzione dell’avanguardismo”. Il Grimaldi Forum, che festeggia 15 anni ci ha abituato ogni anno a scoprire mostre sempre differenti, culturalmente molto ricche ed eterogenee ma la mostra di quest’anno offre un insieme di opere che difficilmente si possono ammirare così, tutte insieme.

Sui 4 mila mq. si trovano riunite le opere dei grandi artisti, in un periodo che va dal 1905 al 1930 e che illustrano l’avanguardismo russo, una modernità assolutamente sconosciuta per l’epoca smarcandosi dagli artisti conosciuti fino a quel momento, rappresentando una realtà differente e un modo di pensare diverso.

Da Mosca a San Pietroburgo gli artisti forgiano un nuovo linguaggio e allo stesso tempo nascono nuovi movimenti: impressionismo, cubismo, futurismo, ecc. È chiaro che per illustrare al pubblico un così ampio panorama di quadri, sculture, disegni, e documenti, il commissario della mostra, Jean-Louis Prat ha ottenuto in prestito opere da grandi istituzioni russe quali il Museo di Stato di San Pietroburgo e il museo Pouckine.

La mostra riunisce 200 opere maggiori e propone un catalogo scientifico ben illustrato dove si scoprano i lavori di Altman, Baranov-Rossiné, Chagall, Chevtchenko, Ender, Exter, Malevitch, Strzeminski, solo per citarne alcuni. Tra i percorsi che la mostra proporrà il più innovativo e simpatico è il percorso ludico-tattile. Attraverso un tablet i visitatori potranno scegliere i quadri per appenderli virtualmente e facendosi una foto con l’ opera preferita che in automatico sarà postata sul facebook del Grimaldi Forum.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 6 settembre.

Fausto Melotti in mostra a Villa Paloma

Fausto Melotti in mostra a Villa Paloma
Sabato 11 luglio 2015, (Ft. Manuel Vitali/CDP) 

Tutta la stampa italiana è arrivata a Villa Paloma, una delle sedi del NMNM, per la presentazione della mostra dedicata all’artista Fausto Melotti, uno dei più importanti artisti dell’inizio del XX secolo.

Il pubblico potrà ammirare fino al 17 gennaio 2016, una ventina di sculture in metallo, di cui alcune in oro e oltre una settantina di ceramiche oltre a delle opere provenienti da collezioni private e quindi raramente esposte in pubblico.

Il filo conduttore della mostra è tracciato dalla rivista d’arte italiana Domus realizzato da Gió Ponti che dedicò molti articoli all’artista. Commissari dell’esposizione Eva Fabris e Cristiano Raimondi

Al Pavillon Bosio The Monaco Project for the Arts presenta Johan Creten

Al Pavillon Bosio The Monaco Project for the Arts ...
Mercoledì 8 luglio 2015, da sinistra: il sindaco George Marsan, l'artista Johan Creten, il Ministro di Stato Michel Roger, il Ministro dell'interno Patrick Cellario,   (ft. Marie MC) 

Come ogni anno, alla fine dei corsi, la Scuola d’Arti plastiche - Pavillon Bosio- accoglie una mostra organizzata dall’associazione The Monaco Project for the Arts. Fino al 30 agosto in esposizione ci sono le opere più emblematiche del ceramista belga Johan Creten, provenienti dalle serie “Odore di Femmina”, “Les vagues pour Palissy”, "Le colonne rivoluzionarie”.

L’artista è considerato come il rinnovatore della ceramica a livello di Thomas Schutte e Lucio Fontana. Una delle sue opere è anche esposta al Jardin Exotique. L’inaugurazione della mostra si è svolta in presenza del Ministro di Stato Michel Roger, del Ministro dell’Interno Patrick Cellario e del sindaco Georges Marsan e rappresentanti della scuola e dell’associazione.

L'anno della Russia celebra la Danza a Monte-Carlo

L'anno della Russia celebra la Danza a Monte-Carlo


Domenica 5 luglio 2015, Charlotte Lubert posa simpaticamente con le silouette di due ballerini dell’epoca, (ft. WSM/Colman) 

In una calda serata di luglio, una passeggiata serale sulla piazza del Casinò porta a fare una visita obbligata proprio all’atrio del Casinò per scoprire una mostra che rende omaggio alle grandi opere dei Balletti Russi

Charlotte Lubert, responsabile del Patrimonio della Société des Bains de Mer (SBM), ha selezionato manifesti, programmi, fotografie, dei primi novecento e per rendere originale l’esposizione li ha fatti riprodurre in dimensioni giganti.

Si scoprono così i grandi ballerini dell’epoca, il loro fascino. Nijinsky e Karsavina sono gli indimenticabili interpreti dello “Spettro della Rosa” firmato da Serge Diaghilev . Da lì un susseguirsi di successi.

AGOPUNTURA PER IL PIANETA DI FABIO PIERANTONIO

AGOPUNTURA PER IL PIANETA DI FABIO PIERANTONIO


Mercoledì 1° luglio 2015, (ft. WSM/Colman) 


L’artista italiano Fabio Pierantonio è in mostra al Metropole Shopping Center fino al 12 settembre. Agli orsi, al cuore e ai pesci in bronzo si contrappone la serie di opere intitolate: Agopuntura per il pianeta.


Ispirandosi ai misteriosi nuraghi della Sardegna, Pierantonio ha visualizzato e poi tracciato, con il metodo dell’agopuntura, i flussi di energia del luogo piantando nel suolo centinaia di aghi giganti in bambù.


Piantare dei chiodi di bambù per terra vuol dire creare un contatto con il terreno, ridare respiro alla terra. “Il nostro pianeta ha bisogno di energie positive- dice l’artista- e Agopuntura per il Pianeta sono una serie di opere che il cui denominatore è l’equilibrio tra l’energia cosmica e terrestre, il generatore di messaggi per la pace e la prosperità".

Una mostra in Catalogna per far conoscere la Riserva del Larvotto

Una mostra in Catalogna per far conoscere la Riser...

Giovedì 18 giugno 2015,  (ft. Jude Olivié)

Olivier Jude è stato protagonista dell’interessantissima mostra che si è tenuta in Catalogna di fotografie sottomarine. Esperto fotografo sub, Oliver è stato chiamato a mostrare con le sue immagini davvero eccezionali, i fondali della Riserva Marina del Larvotto ma Jude non si è fatto sfuggire l’occasione di fare scatti subacquei della regione spagnola.

Phoctopus Mediterra 2015 si è tenuta a l’Estartit, la mostra è stata organizzata dalla municipalità e a messo in valore la flora e la fauna monegasca dimostrando come in un centro urbano quale è Monaco, la riserva del Larvotto sia un modello di ricchezza e di accessibilità con una fauna sottomarina ancora sconosciuta agli occhi del grande pubblico.

Beli un successo internazionale: in mostra da Monaco a Mosca e Pechino

Beli un successo internazionale: in mostra da Mona...
Domenica 7 giugno 2015, da sinistra:  Robert Calcagno, direttore dell'Istituto Oceanografico,  Vladimir Semenekhin, presidente di Ekaterina Cultural Foundation, Beli Victor Hwang , presidente della Parkview Arts Action.(ft.D.R.)

Belinda Bussotti, in arte Beli, da sempre appassionata di mare, da alcuni anni dedica il suo lavoro di scultrice e pittrice alla sensibilizzazione per la difesa dell'ambiente marino. Da poco è stata inaugurata a Mosca presso la Ekaterina Cultural Foundation la mostra  itinerante, "Shark" & Humanity" reduce dal grande successo al Museo Oceanografico.
All'interno si potrà ammirare anche la ormai celeberrima Pinna di Squalo di Beli. La mostra sarà visibile al 28 giugno dopo di che raggiungerà il National Museum of China a Pekino.

A L'ENTREPOT BOTANICA

A L'ENTREPOT BOTANICA


Sabato 6 giugno 2015, (ft.WSM/Colman) 

Dalla Polonia a Monaco dove l'artista Ziemowit Fincek presenta la sua mostra: “Botanica”, alla galleria L'Entrepôt.

Si tratta della prima esposizione di questo artista nel Principato diplomato all'Accademia delle Belle Arti di Varsavia e a Venezia, che presenterà fino al 26 giugno una trentina di tele in cui esprime la fusione dell'uomo con la natura e dimostra le similitudini tra l’uomo e la natura come in un film.

L’Entrepôt 22 rue de Millo.

Hubert de Givenchy alla galleria Adriano Ribolzi per un omaggio a Audrey Hepburn

Hubert de Givenchy alla galleria Adriano Ribolzi p...
Venerdì 29 maggio 2015, da sinistra l'editrice Christiane de Nicolay-Mazery, Hubert de Givenchy, Adriano Ribolzi, (ft. WSM/Colman)

"To Audrey with Love" firmato Hubert de Givenchy. Presentato alla Galleria Adriano Ribolzi il libro che il grande stilista ha dedicato alla attrice Audrey Hepburn,  in presenza di SAS il Principe Albert II e di SAR la Principessa di Hannover. Per due giorni, 29 e 30 maggio sarà possibile ammirare i magnifici disegni esposti che lo stilista francese aveva preparato per la bellissima attrice americana: Audrey Hepburn.
Si potranno anche acquistare alcuni dei disegni autografati dallo stilista ma soprattutto il libro con tutti i disegni degli abiti intitolato appunto: "To Audrey with Love".

Chi non ricorda il film mito della bravissima attrice: Colazione da Tiffany! Abbiamo chiesto a Givenchy come avvenne l'incontro. "Non conoscevo Audrey, lei era reduce da un grande successo con un film girato con Gregory Peck ma io non lo avevo visto, quindi non sapevo chi fosse. Mi avevano detto che dovevo incontrare la Hepburn per disegnare la linea di abiti del suo prossimo film. - racconta Givenchy - Immagini la mia sorpresa quando invece di vedere la grande Katherine Hepburn vedo arrivare davanti a me questa bella ragazza bruna, per me sconosciuta. Dissi subito a Audrey che non potevo disegnare gli abiti per il suo film, il personale era tutto impegnato su una linea e non avevo tempo. Incominciammo però a conversare amabilmente e alla fine della chiacchierata mi aveva conquistato. Non era solo bella ma intelligente, brillante e simpatica. Le dissi perciò che avrei assunto altro personale e avrei disegnato i suoi abiti. Da lì nacque una bellissima amicizia".

I lavori di Givenchy diventano non solo storia della moda ma anche del cinema. Per Givenchy era doveroso fare un omaggio alla grande diva di Hollywood e quindi dedicarle questo libro con 150 disegni inediti di abiti realizzati dallo stilista nel maggio 2014. L'opera è stata concepita in collaborazione con l'editrice Christiane de Nicolay-Mazery di Imagine editions.
Il libro è acquistabile sul sito internet: www.http://imagineeditions.com/commande
Givenchy-Albert II- Caroline Hannover.jpg
Ft.©Gaetan Luci/Palais Princier
givenchy caroline de Hannover.jpg
Ft.©Gaetan Luci/Palais Princier
Givenchy .jpg
Givenchy galerie Ribolzi.jpg

THE MAGIC OF SURREAL alla MAISON D'ART

THE MAGIC OF SURREAL alla MAISON D'ART
Martedì 19 maggio 2015, da sinistra la gallerista Marietta Vinci-Corsini e la curatrice della mostra Ekaterina  Dolgova, (ft.WSM/Colman) 

La galleria Maison d’Art presenta fino al 10 luglio un’interessantissima esposizione dedicata ad uno dei più importanti movimenti artistici del XX secolo, il surrealismo. In The Magic of Surreal Salvator Dalì, De Chirico, Robert Matta sono alcuni dei nomi di spicco. 

L’arte surrealista si sviluppò in due direzioni principali: alcuni artisti rappresentavano l’inconscio in modo libero e arbitrario com Maz Ernst e Robert Matta; altri, guidati da Salvator Dalì rappresentarono il reale magico con precisione illusoria. Il visitatore alla maison d’Art può osservare opere di differenti periodi di Dalì che spiegano il percorso del massimo esponente del surrealismo.

Uno dei principali capolavori del grande artista spagnolo si ammira al centro della sala. Intitolato “Paysage du Port Lligat avec Anges familiers et Pecheurs”, risale al 1950 ma ci sono una trentina di altre opere di grandissimi artisti del movimento ed una quarantina di sculture.

Maison d'Art all'interno della galleria Park Palace, 27 av. de la Costa
www.oldmasters.com
WSM_salvator Dali'.JPG
WSM_De Chirico.JPG

Il Museo Nazionale partecipa come mecenate alla 56a Biennale di Venezia

Il Museo Nazionale partecipa come mecenate alla 56...

Domenica 3 maggio 2015, Christodoulos Panayiotou, (ft©Moderna Museet/Åsa Lundén) 

Il NMNM e l’associazione omonima che lo sostiene sosteranno il progetto artistico di Cipro, in programma alla 56° Biennale di Venezia.  Già nel 2011 il Nuovo Museo Nazionale aveva, congiuntamente alla Cooperazione Internazionale e al British Council, sostenuto finanziariamente la prima presentazione del Padiglione dello Zimbabwe a Venezia.

L’artista cipriota si chiama Christodoulos Panayiotou e presenterà Two Days after Forever. L’esposizione parte dall’invenzione dell’archeologia e il suo ruolo essenziale nella creazione di una matrice narrativa della storia. Il progetto è caratterizzato da una successione di interventi artistici legati all’architettura e a una serie di performance che si svolgeranno al Teatro Goldoni.

Il NMNM è il mecenate principale del Padiglione che riceve anche il sostegno della Fondazione d’Impresa Galerie Lafayette Parigi, della Barjeel Art Foundation, di Sharjah, Emirati Arabi.

Dal 6 Maggio al 22 Novembre 2015 - Biennale Palazzo Malipiero / Padiglione Cipro

La trasfigurazione del colore di Carlos Cruz-Diez

La trasfigurazione del colore di Carlos Cruz-Diez
Domenica 22 marzo 2015, (ft. WSM/Colman) 

La galleria Marlborough propone, fino al 26 maggio, la mostra delle opere dell’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez. Una trentina di opere che fanno immergere il il visitatore in onde di colore, mutevoli a seconda del punto di osservazione.

Cruz-Diez, che oggi ha 92 anni, è un teorico del colore, per lui il colore non ha bisogno di forme per esistere è autonomo, si evolve nel tempo e nello spazio. Gli inizi di Cruz-Diez si iscrivono nel movimento cinetico degli anni ‘50/60, le sue riflessioni plastiche dell’epoca hanno modificato la sua percezione del colore. Le sue opere oggi si trovano in mostre permanenti come il MOMA di New York il Tate Modern di Londra, il Museo d’Arte Moderna di Parigi.
Carlos Cruz-Diez.jpeg
Carlos Cruz-DiezMonaco.jpeg

Villa Sauber: Costruire una Collezione

Villa Sauber: Costruire una Collezione
Sabato 21 marzo 2015, SAR la Principessa di Hannover e Marie Claude Beaud (ft. O. Huitel/Crystal Press) 

Si è aperta la mostra a Villa Sauber “Costruire una Collezione: 10 anni di acquisizioni al NMNM”. 
Fino al 7 giugno i visitatori potranno ammirare le opere del fondo patrimoniale del museo che non sono mai state esposte e che costituiscono la collezione del NMNM. SAR la Principessa di Hannover ha visitato la mostra, illustrata dalla direttrice del NMNM, Marie Claude Beaud.

12 visi di una fontana morta, di Anne e Patrick Poirier sono i calchi su carta di riso giapponese di maschere delle fontane di Villa Pamphili; una collezione di francobolli di Hans Schabus esposta seguendo le sfumature di colori; una collezione di fotografie di bambini americani nel giorno del battesimo e il teatro di ombre dell’artista Hans Peter Feldmann composta da giocattoli e ninnoli di vario tipo acquisti nel 2012. Infine nel famoso “Garage Sauber” di fianco alla Ferrari di Bertand Lavier, si può ammirare l’opera di Cesar “Victoire de Villetaneuse” e nel giardino il neon di Claire Fontaine che dà il benvenuto ai visitatori con la frase “Dapertütu strangei”.
NMNM villa sauber 2.jpg
ft. WSM/Colman
Maschere Villa Pamphili.jpg
Le maschere di Villa Pamphili

L'Anno della Russia a Monaco

Il Capodanno Cinese al Museo Oceanografico

I paradisi perduti dell’Open des Artistes

I paradisi perduti dell’Open des Artistes
Martedì 17 febbraio 2015, Daniel Boeri durante la presentazione delle opere esposte, (ft.WSM/Colman) 

Grande vernissage alla galleria L’Entrepôt di Daniel Boeri, che ha fatto scoprire le opere selezionate, sulle 121 esposte, che ufficialmente partecipano al concorso Open des Artistes. Il tema di quest’anno: I paradisi perduti. Il pubblico dovrà votare l’opera che meglio esprime il soggetto direttamente alla galleria, c’è tempo fino al 10 marzo alle ore 18.

Mercoledì 11 marzo saranno annunciati i vincitori per il Prix Open des Artistes 2015 (attribuito dalla giuria): al vincitore sarà organizzata una personale durante dicembre 2015. L’opera vincente sarà pubblicata in copertina dell’elenco Monaco Telecom, edizione Pagine Gialle.

Premio del Pubblico: i visitatori potranno votare la loro opera preferita passando alla galleria (22 rue de Millo). L’opera scelta sarà pubblicata in copertina dell’elenco Monaco Telecom, edizione Pagine Bianche.

Premio Monaco Telecom: ricompensa un lavoro fotografico formato ritratto. L’opera vincitrice andrà sulla copertina dell’elenco Monaco Telecom, edizione Collector.

Una Teresina in francese, al Teatro des Muses

Una Teresina in francese, al Teatro des Muses
Giovedì 29 gennaio 2015, (ft. Stéphanie Benedicto) 

La Commedia dell’Arte torna al Teatro des Muses con la commedia di Fabio Murra ma recitata in francese, Teresina, interpretata da Sonia Palau e dallo stesso Murra.

Credendo alla forza della risata,  come antidoto del dramma, Fabio Marra ha messo in scena Teresina, una storia d’amore burlesca che s’ispira all’universo del teatro napoletano con due dei suoi protagonisti, il malizioso Pulcinella e l’audace Teresina. Da vedere se il francese riuscirà a rendere 

Giovedì 29 gennaio e venerdì 30 ore 20,30; sabato 31 ore 21; domenica 1o ore 16,30.

theatredesmses@gmail.com Tel. (+377)97 98 10 93 Teatro des Muses 45, Bd du jardin Exotique

A L’Incontro con l’Autore: Simonetta Agnello Hornby

A L’Incontro con l’Autore: Simonetta Agnello Hornb...
Lunedì 19 gennaio 2015, (ft.D.R.)

Luisella Berrino riprende L’incontro con l’Autore con la scrittrice, Simonetta Agnello Hornby. Palermitana di nascita ma londinese d’adozione, città in cui svolge l’attività di avvocato, ha esordito tredici anni fa con un best-seller intitolato La Mennulara, con cui ha vinto numerosissimi premi internazionali.

A Monaco, Simonetta Agnello Hornby, presenterà “Il Pranzo di Mosé”. La scrittrice apre le porte della casa di Mosé, nella campagna di Agrigento, dove la famiglia materna trascorre le vacanze estive e fa scoprire al lettore un posto magico e incantato.

Appuntamento alla sala Marigold dell’Hotel Monte-Carlo Bay lunedì 19 gennaio ore 19.

ANNO RUSSO A MONACO: alla galleria Marlborough la mostra di Grisha Bruskin

ANNO RUSSO A MONACO: alla galleria Marlborough la ...
Lunedì 5 gennaio 2015, (ft.Marlborough)

Ad aprire l’anno dedicato alla Russia, oltre ai balletti, c’è stata l’inaugurazione dell’esposizione dedicata al pittore e scultore russo Grisha Bruskin, in mostra alla galleria Marlborough fino al 13 febbraio.

L’esposizione presenta due progetti fondamentali per l’artista: H Hour, 2008-2012, dove Bruskin esamina il mito del nemico, senza un caso specifico; mette in evidenza come la banalità sia a volte consacrata, la forza del potere ipnotico di arte ed immagine e di come la rappresentazione può diventare un mezzo e uno strumento di manipolazione della coscienza umana. Tutte le sculture di H Hour sono legate ad un’esperienza dell’artista.

La seconda parte della mostra è dedicata a Archaeologist’s Collection: gruppo di sculture in bronzo dipinte di bianco (2001-2003) come se fossero reperti archeologici e dall’altra parte 8 grandi sculture in bronzo, 2008-2009, che riprendono le piccole sculture ma in taglia umana.
Le statue sono state sepolte sotto terra in Italia per diversi mesi, affinché assumessero la patina di statua appartenenti ad un’altra epoca, a una civiltà perduta.