arch dic'012-feb'013ASSOCIAZIONI - montecarloin.net

CREM: Vivere nel Principato

CREM: Vivere nel Principato
Martedì 26 febbraio 2013, (ft.©WSM/Colman) 
 
CREM, il Club dei Residenti Stranieri, con il sostegno del governo mnegasco, organizzerà il prossimo mese di marzo due riunioni informative sul tema Vivre à Monaco : il 5 marzo la rinione sarà in lingua inglese, il 7 in francese , sempre alle ore 18. Obiettivo fare conoscere le specificità del Principato e facilitare l’integrazione dei nuovi residenti Da due anni, da quando CREM è stato creato, il Club permette ai nuovi arrivati nel Principato di conoscere le opportunità offerte dal Principato, creare una rete di conoscenze e legami, scoprire le manifestazioni, ascoltare conferenzieri di spicco assistere ad avvenimenti importanti. Le preentazioni saranno realizzate in collaborazione con Henri Fissore, ambasciatore presso il Ministro di Stato, il Monaco Welcome & Business Office, la Direzione del turismo e congressi e la Direzione della Pubblica Sicurezza. Gli inviti saranno inviati in base alle richieste delle carte di soggiorno, ai rinnovi dopo il primo anno di residenza e dal C.R.E.M.
Club des Résidents Etrangers de Monaco (CREM): Résidence le Mirabeau 1 avenue Princesse Grace.
Info: 0(+377) 97 98 01 77 e-mail: residents(at)crem.mc o mpierre(at)crem.mc

Inaugurata la scuola Prince Albert II ad Haiti

Inaugurata la scuola Prince Albert II ad Haiti
Martedì 19 febbraio 2013, (ft. Stephansalomon)

S.A.S. il Principe Albert II ha inaugurato la scuola finanziata da Monaco Collectif Haiti all’interno del centroGheskio a Port-au-Prince. Accanto al Sovrano il dottor Jean William Pape, fondatore e direttore dei 26 centri sanitari Gheskio sparsi nel Paese, che si occupa da sempre della lotta contro l’AIDS. In rappresentanza del Monaco Collectif Haiti era presente Philippe Narmino, segretario generale della Croce Rossa Monegasca, il direttore della Cooperazione Internazionale del ministero degli esteri monegasco, Jèrôme Froissart. La scuola materna ed elementare Prince Albert II accoglie 160 tra bambini e ragazzi provenienti dalla bidonville vicina Cité de Dieu, l’obiettivo è di scolarizzare 290 ragazzi. Monaco Collectif Haiti, aveva finanziato la scolarizzazione dei ragazzi per l’anno 2011-2012 all’interno di locali provvisori. La scuola che porta il nome del Principe è stata costruita a seguito del terremoto che ha colpito Haiti il 12 dicembre del 2010.

AFCEM: concorso d'impresa al femminile in Senegal

AFCEM: concorso d'impresa al femminile in Senegal
Giovedì 31 gennaio 2013, Da sinistra: H. Haneuse-Heye, J. Baccialon, F. Conrad, (ft.WSM/Colman)

Una nuova iniziativa ideata dalle Femmes Chefs d’Entreprises di Monaco. Si tratta di un concorso di creazione di impresa al femminile in Senegal, legato alle nuove tecnologie. A spiegare l’azione sono state la presidente Joelle Baccialon, la vice-presidente Hilde Haneuse-Heye e la responsabile del coordinamento Francine Conrad che hanno ricevuto la collaborazione della Cooperazione Internazionale di Monaco, del console onorario del Sengal, Sylvian Cohen oltre che da numerosi partners come la Fondazione Cuomo e il gruppo Mercure International. Il concorso è stato presentato a Dakar lo scorso 15 novembre e fatto conoscere anche grazie alla tv senegalese che ha diffuso uno spot pubblicitario. Le donne interessate invieranno il loro progetto tramite il sito internet, un comitato sceglierà e finanzierà i tre migliori progetti legati al numerico (30 mila euro) ed un progetto per la creazione di nuovi prodotti e servizi legati alla comunicazione e all’informazione (9 mila euro). Le vincitrici saranno seguite nella realizzazione delle loro attività per la durata di un anno.

Il Club Soroptimist aiuta Les Enfants des Mille Collines

Il Club Soroptimist  aiuta Les Enfants des Mille C...
Giovedì 31 gennaio 2013, (ft.©D.R).

I membri del Club Soroptimist di Monaco circondano Guy Pollet e Geneviève Faury, rispettivamente Presidente e Vice-Presidente dell'associazione Les Enfants des Mille Collines. Il Club Soroptimist di Monaco ha raccolto la bella somma di 10.500 € da devolvere a favore dell’associazione "Les Enfants des Mille Collines (LEMC). L'associazione apporta sostegno al villaggio di Jamaye vicino a Gao, in Mali, nell’ambito alimentare, della scolarizzazione dell’infanzia, della sanità e dello sviluppo sostenibile. Tra i progetti divenuti realtà ricordiamo, l'acquisto di un mulino, la realizzazione di aule scolastiche e di un dispensaio, la presa a carico di 450 bimbi alla mensa scolastica, la realizzazione di una canalizzazione per portare acqua potabile al villaggio, infine le vaccinazioni non solo per l'uomo ma anche per gli animali.

Il governo di Monaco si mobilita per i rifugiati siriani

Il governo di Monaco si mobilita per i rifugiati s...
Mercoledì 16 gennaio 2013, (ft.©Mission enfance)

Un grande sforzo comune per portare assistenza alle vittime del conflitto in Siria è stato annunciato dal governo monegasco in collaborazione con diverse associazioni, quali Mission Enfance, Amitié Sans Frontières, Les Amis du Liban e la Croce Rossa monegasca.
Si tratta di un contributo finanziario che sarà versato all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati ed alla Federazione Internazionale della Croce Rossa. Dal punto di vista pratico sarà portata assistenza a 450 famiglie siriane rifugiate in Libano. Saranno acquistati beni alimentari e vestiti per 200 famiglie rifugiate nei locali d’accoglienza di Mission Enfance in Libano, in collaborazione con il governo monegasco e con il sostegno della CRM e dei suoi donatori privati. Mission Enfance sostine 200 famiglie in Libano e Siria e scolarizza e nutre 120 bambini rifugiati in Libano per 6 mesi. La guerra civile siriana è iniziata a marzo 2011 i dati delle conseguenze sul piano umanitario sono allarmanti: oltre 60.000 morti e 2 milioni e mezzo di sinistrati ed più di 500 mila rifugiati nei paesi vicini. Già all’inizio dell’anno il governo monegasco e la CRM avevano risposto ad un appello finanziario d’urgenza del Comitato Internazionale della Croce Rossa per assistere le vittime siriane.

Mission Enfance: www.mission.enfance.org
Les Amis du Liban: www.lesamisduliban-monaco.org
Amitiés Sans Frontières: 00.377. 92. 05. 36. 44
Croix-Rouge monégasque: www.croix-rouge.mc 

MOZAHRT: musica per bambini e adulti portatori di handicap

MOZAHRT: musica per bambini e adulti portatori di ...
Mercoledì 9 gennaio 2012, (ft.©WSM/Colman)

Concerto a favore dell’associazione MOZAHRT, presentato dagli Amici de l’Entrepôt, mercoledì 16 gennaio al Teatro des Variétés alle ore 20.

L’associazione ha per obbiettivo quello di insegnare la musica a bambini o giovani che non trovano posto nelle normali accademie, anche se per i ragazzi portatori di handicap (su sedia a rotelle, ciechi o con altre difficoltà) la musica è molto spesso una gioia ed un mezzo attraverso cui trovano la magia dell’infanzia e l’ispirazione per la creazione artistica.

14 professori volontari dispensano corsi, privati o collettivi, di diversi strumenti musicali tra Monaco, Nizza e Cannes.

Il concerto sarà dato dai professori in collaborazione con il “Quintette des Vents du Sud” con lo scopo di potere acquistare strumenti per i ragazzi che seguono i corsi. In programma musica da camera e colonne sonore di films.

 
mozahrt@gmail.com TEl.: +33 6 79 28 09 58.

Fondazione Princesse Charlene de Monaco

Fondazione Princesse Charlene de Monaco
Venerdì 14 dicembre 2012. LA Principessa durante la visita alla squadra monegasca di Rugby (ft.©Palais Princier)

S.A.S. la Principessa Charlene ha annunciato ufficialmente la nascita della sua Fondazione. L’obbiettivo della Fondazione è di utilizzare la pratica dello sport, ed in particolare il nuoto ed il rugby in un primo tempo, come mezzo educativo e costruttivo per l’infanzia. La scelta di questa Fondazione nasce dall’esperienza diretta della Principessa nel mondo dello sport agonistico. Da oggi è anche online il sito della Fondazione, in cui si può visionare un filmato in cui la Principessa paral dei valori sportivi che lei sostiene e della missione della sua Fondazione. Partendo infatti dalla considerazione che i giovani sportivi apprendono rapidamente i valori della solidarietà, dell’impegno, dell’altruismo e dell’umilità, la Fondazione si baserà su tre punti principali. Il primo sarà la creazione di progetti pedagogici riguardante la sicurezza dei luoghi in cui si praticano gli sport acquatici, affinchè i bambini più piccoli prendano confidenza con l’acqua senza correre pericoli ed evitare possibili annegamenti. I primi due programmi sono stati denominati learn to swim e water safety e saranno messi in atto in diversi Paesi proprio per ridurre l’alto numero di annegamenti che vengono registrati ogni anno nel mondo. Il secondo punto è il sostegno della fondazione a giovani sportivi dotati di un potenziale da campioni ma senza possibilità finanziarie sufficienti per proseguire il cammino. Per questo la FPC distribuirà delle borse a numero limitato destinate a giovani atleti che saranno seguiti per alcuni anni fino al loro completo sviluppo agonistico. Terzo punto, il sostegno a dei progetti sportivi che interverranno nell’educazione dei bambini e l’assistenza alle famiglie all’interno della comunità.
La fondazione si avvarrà del sostegno di ambasciatori sportivi d’alto livello e di un team di lavoro nel Principato.
L’ufficio esecutivo è composto da : S.A.S. la Principessa Charlene, presidente; S.A.S. il Principer Albert II, vice-presidente; Agnès Falco, segretaria generale; Lady Cristina Green, tesoriere. Nominato direttore generale Jean-Marie Véran mentre incaricato dei progetti sportivi legati al rugby sarà Byron Kelleher.

Fondation Princesse Charlène de Monaco Les Jardins d’Apolline 1, promenade Honoré II BP1 98001 MONACO
Cedex Site internet : www.fondationprincessecharlene.mc
E-mail : contact@fondationprincessecharlene.mc Tel : (+377) 98 98 99 99

Gli Alberi di Natale di Action Innocence

Gli Alberi di Natale di Action Innocence
Venerdì 14 dicembre 2012, (ft.©WSM/Colman) 

135 mila euro è la bella cifra raccolta dall’associazione Action Innocence nella tradizionale vendita all’asta di Alberi di Natale che si è svolta nella hall dell’Hotel de Paris. 28 in tutto addobbati, veri e falsi, o realizzati in materiali alternativi firmati da case di moda, gioiellerie, gallerie d’arte e da maestri pasticceri! A presenziare alla vendita anche S.A.S. il Principe Albert II che ha partecipato generosamente all’asta. Molto soddisfatta la presidente di Action Innocence, Louisette Levy-Soussan che ha ricordato che l’obbiettivo dell’associazione è di accrescere la prevenzione attraverso l’informazione e l’educazione nelle scuole, la lotta contro la pornografia e i consigli alle famiglie per facilitare il controllo sull’utilizzo della rete. A contorno della manifestazione si sono esbiti anche quest’anno i Piccoli Cantori di Monaco con canti tipicamente natalizi accompagnati dalla cantante Jeannivée
Sambuco Mario Ceramiche.jpg
Albert II- Louisette Levy Soussan Azzoaglio.jpg
Point Art Monaco.jpg

Missione in Sudafrica per la Principessa Stéphanie

Missione in Sudafrica per la Principessa Stéphanie
Martedì 11 dicembre 2012 Desmond Tutu e S.A.S. la Principessa Stéphanie (ft.©FAM)

E’ durata quattro giorni la missione di S.A.S. la Principessa Stéphanie in Sudafrica come Ambasciatrice di Buona Volontà delle Nazioni Unite ed in qualità di Presidente di Fight Aids Monaco. A Città del Capo, la Principessa Stéphanie ha incontrato i responsabili e gli operatori delle ONG che lottano ogni giorno nelle townships , tra le più povere del mondo, contro l’AIDS, la tubercolosi e tutte le forme di discriminazione che toccano duramente gli abitanti di questo Paese. La Principessa Stéphanie è stata ricevuta in modo molto caloroso dall’Arcivescovo Desmond Tutu, Premio Nobel per la Pace nel 1984, che nonostante l’età resta a fianco di Nelson Mandela, figura emblematica della lotta contro l’Apartheid e che resta ancora oggi la grande voce morale del Sudafrica. Tutu ha illustrato alla Principessa la situazione economica e sociale del Paese. La Principessa Stéphanie ha poi visitato la struttura medica Health for Men dedicata alla salute degli uomini nel quartiere di Woodstock; il centro medico Mothers to Mothers a Khayelitsha (la più grande township di Città del Capo); il Desmond Tutu Tubercolisis Center specializzato nelle analisi preventive per diagnosticare i casi di tubercolosi o di AIDS nelle township di Tygerberg; la comunità Etafeni che significa la nostra casa e che lotta contro l’AIDS nella township di Nyanga ; ed infine il Desmond Tutu Hiv Foundation specializzato nell’aiuto scolastico ai bambini delle township di Masiphumelele e nella ricerca scientifica contro l’HIV .
Desmond Tutu-Stphanie Sudafrica-bambola TUTU.JPG
La Principessa al Desmond Tutu Hiv Foundation con in braccio la bambola ricevuta in dono che rappresenta Desmond Tutu, (ft.©Nicolas Saussier/FAM)
NIC_3503.JPG
La Principessa parla con i volontari che si occupano delle analisi preventive di tubercolosi e HIV.

Maratona Telethon

Maratona Telethon
Venerdì 7 dicembre 2012, (ft.©WSM/Colman)

Prende il via questa sera sul porto di Monaco la maratona di solidarietà a favore di Telethon . A fianco del Villaggio di Natale , fino sabato 8 dicembre si anima il Villaggio Telethon per contribuire a finanziare la ricerca per i malati di miopatie. Da acquistare i regali e le decorazioni natalizie negli stand regionali realizzati dall’associazione Asso e La Goutte d’Eau (foto). Il Monte-Carlo Sky Club metterà in vendita materiale sciistico a prezzzi interessanti con un challenge sportivo alla Wii e poi un palco dove si svolgeranno diversi spettacoli di canto, danza, musica sotto l’egida del Centre de la Jeunesse Princesse Stéphanie. Un altro stand organizzato dall’associazione dei genitori delle scuole proporrà una serie di giochi per i più giovani. La Carabine de Monaco propone un’iniziazione alla pistola laser, con tutti i sistemi di sicurezza necessaria. Anche ques’anno la possibilità di percorrere il Principato a bordo di una mitica Harley- Davidson o di una vettura sportiva ma anche su una bicicletta elettrica, mentre il piccolo treno di Monaco porterà i visitatori a scoprire le illuminazioni natalizie della città. I pompieri di Monaco proporranno un’esercitazione anti-incendio. La manifestazione del fine settimana si concluderà domenica mattina dove il Mini-Golf organizzerà dei challenge al Parc Princesse Antoinette per tutta la giornata.

Per inviare un dono si può telefonare al 3637.
Telethon: Résidence Azur – 11/13 Rue Louis Auréglia – 98000 MONACO Tél. 97.77.36.37.
– Mail : téléthon@libello.com

Vendita all'asta per Fight Aids Monaco

Vendita all'asta per Fight Aids Monaco
Domenica 2 dicembre 2012, (ft.©WSM/Colman)

360 mila euro è la cifra raccolta dalla vendita all'asta durante la serata di Fight AIDS Monaco all'hotel Meridien Beach Plaza. Presente S.A.S. la Principessa Stéphanie, presidente dell’associazione, accompagnata dalla figlia Pauline. Le opere all'asta sono state donate da artisti e gallerie internazionali ma all’incanto vi erano anche oggetti personali di sportivi come il casco di Valentino Rossi, la racchetta di Rafael Nadal ed una maglietta con dedica autografata da Antonio Banderas. Una serata piena di speranza nella Giornata Mondiale contro l’AIDS.
Bruno Taillan.JPG
Il dottor Bruno Taillan (foto) ha infatti spiegato che sicuramente tra una decina d'anni, grazie alle terapie, la prevenzione, l’igiene di vita, si riuscirà a raggiungere l'obbiettivo fissato dall’ONU: zero discriminazioni, zero malati, zero decessi.

Per arrivare a questo risultato - ha aggiunto Taillan- occorre rispettare alcune regole di base: l’utilizzo del preservativo; in caso di rapporto a rischio richiedere una triterapia post-esposizione; le analisi di controllo.

Grande successo ha ottenuto la giornata organizzata da FAM, Test in The City, che ha permesso a 150 persone in un giorno di fare il test dell’HIV; un esame semplice, indolore ed anonimo
– ha concluso Taillan”.
Fight Aids Monaco vndita all'asta.JPG
Durante la vendita all’asta le fotografie sono state battute a prezzi importanti. 29 mila euro per una foto che ritrae un ironico Alfred Hitchcock che simula l’impiccagione in una camera di hotel, fotografato da Francois Gragnon nel 1959. Molto apprezzate anche la foto di Claudia Cardinale immortalata da Chiara Samugheo ed il quadro su alluminio di Lorenzo Quinn. Foto di gruppo finale della Principessa con tutti gli artisti.

I fondi raccolti permetteranno all’associazione FAM (Fight Aids Monaco) di proseguire nel finanziamento della Maison de Vie a Carpantras e di tutte le varie attività che aiutano sieropositivi e malati ma soprattutto del grandissimo lavoro che compie S.A.S. la Principessa Stéphanie e la sua équipe a favore della prevenzione e contro la discriminzione che tutt’ora esiste verso le persone colpite dal virus.

I desserts della Principessa Stéphanie per raccogliere fondi contro l’AIDS

I desserts  della Principessa Stéphanie per raccog...
Sabato 1° dicembre 2012 S.A.S. la Principessa Stéphanie e lo Chef Julien Beaulieu, (ft.©Meridien)

L’hotel Meridien Beach Plaza, dal 1° al 15 dicembre proporrà ai suoi clienti, i due desserts preferiti da S.A.S. la Principessa Stéphanie, ed i benefici andranno a favore dell’associazione Fight Aids Monaco. I due dolci, un moelleux al cioccolato ed una tarte tatin sono preparati dallo Chef pasticcere Julien Beaulieu.
Per tutti la possibilità i gustare queste delizie, che oltre ad essere servite nel ristorante del Meridien L’Intempo, potranno essere acquistate rispettivamente al prezzo di 13 e 10 euro. L’iniziativa partirà da oggi 1° dicembre, in concomitanza con la serata di vendita all’asta per raccogliere fondi a favore dell’associazione guidata dalla Principessa.

www.fightaidsmonaco.com