AMBIENTE arch. marzo/lugl 2012 - montecarloin.net

NUOVO INCARICO PER LA PROFESSORESSA MARIA BETTI

NUOVO INCARICO PER LA PROFESSORESSA MARIA BETTI
Sabato 28 luglio 2012 (ft.©WSM/Colman) 

Nuova nomina per la professoressa Maria Betti, direttrice a Monaco dei Laboratori dell’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica (IAEA). Tra alcuni mesi la professoressa si trasferirà ad Ispra, in provincia di Varese, dove dirigerà l’Istituto dell'Ambiente e della Sostenibilità presso il Centro comune di ricerca dell'UE (Institute for Environment and Sustainability at the EU's Joint Research Centre). Maria Betti è entrata alla Commissione Europea nel 1991 ed è attualmente distaccata all'Agenzia internazionale dell'Energia Atomica che fa parte delle Nazioni Unite.
Abbiamo chiesto un commento alla sua nuova promozione.  
M.B.
: Questa nomina è molto prestigiosa essendo l’Istituto il più grande di tutti quelli dei Centri Comuni di ricerca della Commissione Europea e chiaramente per me è un grande onore, un traguardo ed un riconoscimento alla mia carriera.

MCin:
Ha fatto un importante lavoro ai Laboratori IAEA, che da laboratori marini sono divenuti laboratori di terra, aria e mare e poi la nomina della sede monegasca che è divenuta anche Centro di Coordinamento Internazionale dell’Acidificazione dell’Oceano. Sono lavori che le hanno dato grandi soddisfazione.
M.B.: Sono molto fiera di aver avuto la possibilitá di dirigere i laboratori dell’IAEA nel Principato e di poter interagire con le altre entità scientifiche presenti nel Principato. L’esperienza di questi anni passati a Monaco rimarrà indelebile come pure il ricordo delle eccellenti collaborazioni con le autorità monegasche ed il continuo supporto di Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II.
www.ies.jrc.ec.europa.eu/

IAEA: Centro sull’Acidificazione dell’Oceano a Monaco

IAEA: Centro sull’Acidificazione dell’Oceano a Mon...
Martedì 19 giugno 2012. (ft.©D.R.)  
 

La IAEA aprirà quest’estate un nuovo centro che si occuperà esclusivamente del problema dell’acidificazione degli oceani; sarà gestito dai Laboratori Ambientali dell’Agenzia a Monaco, diretti dalla dottoressa Maria Betti. Il Centro di Coordinamento Internazionale dell’Acidificazione dell’Oceano (OA-ICC) sarà a servizio della comunità scientifica dei politici, delle università, dei media e del pubblico in generale, promuovendo e comunicando le azioni globali sul problema. Farà infatti da collettore per tutti gli studi e le iniziative compiute nel mondo per affrontare il problema. Il lavoro del Centro sarà coordinato dalla IAEA e supervisionato da un Comitato Consultivo composto da istituzioni importanti come l’IOC-UNESCO, NOAA, FAO e la Fondation Prince Albert II di Monaco. 

RIO +20: il Principato di Monaco in prima linea.

RIO +20: il Principato di Monaco in prima linea.
Lunedì 18 giugno 2012. La delegazione monegasca, da sinsitra: Isabelle Picco, amabasciatore, rappresentante permanente del Principato all’ONU a New York, Isabelle Costa, direttore aggiunto agli affari internazionali, Valérie Bruell-Melchior consigliere e vice rappresentante di Monaco all’ONU, Benjamin Valli, segretario delle relazioni estere all Direzione degli affari internazionali (ft.©CDP)

Si apre oggi la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile Rio+20. S.A.S. il Principe Albert II guiderà la delegazione monegasca che nei giorni passati ha preparato i lavori, partecipando al comitato preparatorio della conferenza. Il Sovrano assisterà, accompagnato dai membri della sua Fondazione, a diversi eventi organizzati dalla FAO, da Climate group e dalla UN Foundation ed il 20 parteciperà all’apertura ufficiale della conferenza. S.A.S. il Principe Albert II interverrà in seduta plenaria il 21 giugno per pronunciare il suo discorso e portare il messaggio in favore di una gestione sostenibile di mari ed oceani. Tra gli incontri ufficiali che attendono il Sovrano di Monaco, il pranzo offerto da Dilma Roussef, economista e Presidente del Brasile, in onore di tutti i Capi di Stato e di Governo; poi co-presiederà con il Presidente Tong di Kiribati, l'evento co-organizzato dal Principato di Monaco e la Banca Mondiale sugli Oceani. Previsti anche gli incontri con il Primo Ministro del Quebec, Jean-Charest e il ministro italiano dell'ambiente Corrado Clini.

PRIX RAMOGE: RICOMPENSATI MOLTI STUDENTI ITALIANI

PRIX RAMOGE: RICOMPENSATI MOLTI STUDENTI ITALIANI
Giovedì 14 giugno 2012. Sara Durante e Giulia Calogero dell'Università di Genova, (ft.©WSM/Colman) 
 
Consegnato allo Yacht Club il Prix Ramoge Alain Vatrican. Si tratta di un Premio che vuole pomuovere gli obiettivi dell’accordo RAMOGE ricompensando un’iniziativa, un progetto o uno studio in relazione alla protezione dell’ambiente marino e costiero della zona RAMOGE (Saint Raphael, Monaco, Genova). Il concorso è rivolto agli studenti dalle scuole elementari fino all’università che appartengono alle regioni Provence-Alpes -Côte d’Azur, Principato-Liguria. Molti gli studenti provenienti dall’Italia premiati, alcuni da S.A.S. il Principe Albert II, come le due studentesse Sara Durante e Giulia Calogero dell’Università di Genova (dipartimento per lo studio del territorio e delle sue risorse). Le due giovani hanno realizzato due progetti di tesi su “Le spiagge urbane: gli aspetti della loro gestione” e “Un’evoluzione della qualità dell’ambiente del Parco Costiero di Piani d’Invrea (VarazzE)”. Il Sovrano ha anche ricompensato la classe 3a F dell’Istituto Nautico San Giorgio di Genova. Gli studenti hanno realizzato un giornale di bordo che riunisce i consigli ai naviganti della zona RAMOGE. Premiata anche la classe III media della Scuola U.Mazzini de LA Spezia per la creazione di un modellino interattivo di un sottomarino, dal titolo “Di quale costa sei?”, in cui si enunciano le buone pratiche da mettere in atto durante la navigazione a protezione del mare.

Ist Nautico S Giorgio GE.jpg
Gli studenti dell'Istituto Nautico San Giorgio di Genova hanno vinto 1600 euro. 

LaSpezia.jpg
La classe III media della scuola "U. MAzzini" di La Spezia si sono aggiudicati 1600 euro. 

La Principessa Charlene visita Monacology

La Principessa Charlene visita Monacology
Mercoledì 13 giugno 2012. I Principi di Monaco allo stand di A.I.E.A.
 
Visita a sorpresa, e molto gradita, di S.A.S. la Principesse Charlene che è voluta andare a scoprire, accompagnata da S.A.S. il Principe Albert II, il villaggio di Monacology. I Principi hanno visitato tutti gli stand interessandosi ad ogni attività che vi si svolge dedicata alla sensibilizzazione dei bambini all’ambiente. E così i Sovrani hanno assistito alle spiegazioni che vengono fatte ai più piccoli, come nel caso dell’A.I.E.A. che spiega cos’è la radioattività, la contaminazione dei suoli, l’acidificazione degli oceani. 
 

APERTO MONACOLOGY

APERTO MONACOLOGY
Martedì 12 giugno 2012, da destra: M. Betti, O. Arnoult, V. Lelarge, G. Marsan, M.P. Gramaglia, (ft.©WSM/Colman)
 
Ad aprire l’edizione 2012 di Monacology, patrocinata da S.A.S. il Principe Albert II,  il Segretario di Stato Jacques Boisson, il Ministro dell’urbanismo Marie-Pierre Gramaglia ed il Sindaco di Monaco Georges Marsan. A guidarli nella visita del villaggio Monacology Olivier Arnoult, ideatore di questa iniziativa giunta all’ottava edizione.  I Laboratori Ambientali dell’Agenzia Internazionale Atomica (IAEA), diretti dalla dottoressa Maria Betti, sono presenti con due stands, uno dedicato alla spiegazione di come l’uomo inquina le falde acquifere ed i rimedi che si possono utilizzare per ripulire il suolo contaminato. L’altro attraverso l’utilizzo di diversi acquari, spiega la bio-diversità marina. 
 

pesca Monacology.jpg


Una simpatica proposta per i bambini più piccoli (foto a destra): una pesca di oggetti inquinanti all’interno di una piscina con conchiglie e pesciolini.

I bambini devono pescare gli oggetti intrusi e riordinarli nella scatola che appartiene alla loro famiglia (metalli, petroli, pesticidi, ecc). La FPA2 de Monaco ed il Grimaldi Forum vogliono invece sensibilizzare il piccolo pubblico sul problema della deforestazione.


Un visita da non mancare è sicuramente lo stand di Neurone di Philippe Napoléon dove, dei ragazzi molto in gamba spiegano ai visitatori le applicazioni dell’energia solare: come la costruzione di un forno con materiali da recupero e la cottura del pasto direttamente con i raggio solari.



La Direzione dell’Educazione Nazionale Monegasca propone una serie di laboratori presentati dagli alunni del 1° anno di liceo; mentre la Direzione dell’Ambiente e quella del Turismo propongono giochi ed attività per insegnare a divenire cittadini eco-responsabili.


La SMEG e l’IMEDD di Virginie Lelarge propongono Bio-Logika e le Energie. Sempre attraverso il gioco è spiegato ai bambini cos’è l’energia e le diverse possibilità esistenti.  

Monaco Telecom a Monacology.

Monaco Telecom a Monacology.
Martedì 12 giugno 2012. (ft.©WSM/Colman
 

A Monacology partecipa anche Monaco Telecom che, impegnato nello sviluppo sostenibile, informa i ragazzi sulle nuove tecnologie ed i rifiuti elettronici. Attraverso un gioco, mostra loro gli antichi apparecchi: vecchi telefoni, televisori ecc. Inoltre fino al 15 giugno, nello stand di Monaco Telecom sarà possibile per tutti i residenti monegaschi, depositare i vecchi apparecchi inutilizzati, tra cui anche i minitel, il cui uso terminerà il 30 giugno. Giovedì 14 giugno MC Telecom parteciperà alla conferenza organizzata dal Comune Jeudis-Verte” al fusion dal titolo “DEE: que deviennent –ils?” (rifiuti elettronici: cosa diventano?) 

8° MONACOLOGY, di Valentina Colman

8° MONACOLOGY, di Valentina Colman
Lunedì 11 giugno 2012. (ft.©WSM/Colman)

Monacology torna sul Quai Antoine I per l’ottava edizione, dal 12 al 15 giugno per sensibilizzare anche le generazioni più giovani alle problematiche ambientali. Con il sostegno dell’Education Nationale, i bambini di Monaco ma anche quelli dei Comuni limitrofi francesi ed italiani, potranno scoprire gli eco-chalets, in cui saranno organizzati degli workshops per insegnare ai più piccoli come diventare dei bravi eco-cittadini. Durante 4 giorni, le future generazioni impareranno a differenziare, recuperare, riciclare, rinvasare ed adottare un comportamento responsabile. Ogni chalet sarà dedicato ad una tematica e le animazioni presenti sul porto tratteranno di diversi argomenti come la chimica, l’alimentazione, l’oceanografia, il turismo responsabile, la flora e la fauna, la biodiversità, i rifiuti... è l’occasione per insegnare, a piccoli e grandi, come essere piu’ eco-responsibili. La giornata del Mercoledi 13 Giugno sarà riservata alle famiglie che potranno portare i loro figli a scoprire l’ambiente visitando il villaggio di Monacology.

Giornata Mondiale degli Oceani.

Giornata Mondiale degli Oceani.
Venerdì 8 giugno 2012. Da sinistra:Jean-Louis Teyssie e Maria Betti, (ft.©WSM/Colman)
 
La Giornata Mondiale degli Oceani sarà animata dal Museo Oceanografico e da I.A.E.A. (Agenzia Internazionale Atomica). Dalle ore 10 alle 10,45 Maria Betti, direttrice dei Laboratori dell’Ambiente I.A.E.A. terrà una conferenza aperta al pubblico sul tema: “Cos’è un ricercatore scientifico?” illustrando anche attraverso alcune immagini, gli appassionanti lavori del mondo scientifico e risponderà alle domande. Ci sarà un’esposizione intitolata “Gli specchi dell’ambiente” dove fino alle ore 16 i ricercatori dei Laboratori riveleranno l’attività scientifica ed i segreti degli Oceani; inoltre una decina di piccoli acquari spiegheranno l’ecosistema e l’attuale situazione degli Oceani. Uno stand del Museo Oceanografico permetterà di scoprire le professioni del Museo . Sulla Terrazza ovest del Museo “Mandine aime la Méditerranée”, spettacolo di marionette per i più piccoli che saranno coinvolti nello spettacolo. Sempre al museo mostra fotografica intitolata “Tesori del mar Mediterraneo”.

Conclusione della Monaco Blue Initiative

Conclusione della Monaco Blue Initiative
Mercoledì 6 giugno 2012, (ft.© 2012 Getty Images/P.P.)
 
La Monaco Blue Initiative 2012 riunitasi a Yeosu in Corea, ha rivolto un appello per accelerare la realizzazione di aree marine protette. Un’azione necessaria per gettare le basi per un sano sviluppo delle attività economiche marittime. Un invito rivolto non solo ai politici del mondo ma anche agli attori economici, quello di fare loro questa iniziativa, che non deve restare appannaggio delle organizzazioni ambientaliste. Il messaggio della Monaco Blue Initiative sarà portato direttamente da S.A.S. il Principe Albert II al Summit Rio +20, che riunirà i capi di Stato dal 19 al 21 giugno prossimi a Rio de Janeiro. Il messaggio sarà diffuso non solo dal governo monegasco ma anche dalla Fondation Prince Albert II de Monaco, dall’Istituto Oceanografico e dalle diverse organizzazioni che partecipano alla Monaco Blue Initiative.
 

Celebrato il Principato all’Expo Yeosu 2012

Celebrato il Principato all’Expo Yeosu 2012
Martedì 5 giugno 2012. S.A.S. il Prince Albert II,  Michel Roger, Jean-François Robillon, Bernard Fautrier,  José Badia, Catherine Fautrier, George Marsan, Richard Milanesio, Robert Calcagno, Hong Seok-Joh, (ft.© Matt Douma)
 
S.A.S. il Principe Albert II e la sua delegazione, sono stati accolti da bandiere rosse e bianche e dall’inno nazionale, per la giornata interamente dedicata al Principato di Monaco. Nel suo discorso davanti alle autorità coreane, il Sovrano si è complimentato con gli organizzatori dell’Esposizione per l’eccezionale lavoro compiuto, ha poi sottolienato l’azione pionieristica del Principe Albert Ier in materia di protezione marina e dell’importante ruolo del Principato come motore per la creazione di zone per la protezione dell’ecosistema marino. Il principe dopo aver ricordato l’impegno della sua Fondazione per la salvaguardia di mari, oceani e delle coste ha dato il via ad un filmato che ha presentato il Principato di Monaco. La delegazione monegasca ha poi visitato il padiglione coreano e quello Ocean and Coast Best Practice Area dedicato alle tecnologie ed innovazioni  industriali e della ricerca legate al settore marittimo-costiero. Poi Monaco ha offerto al pubblico coreano la proiezione del film Ωcéans di Jacques Perrin.
 

Giornata dell’Ambiente: autobus gratuiti e visita alla Fattoria Aquacole ed alla Centrale Termofrigorifera

Giornata dell’Ambiente: autobus gratuiti e visita ...
Martedì 5 giugno 2012
 
 Si celebra in tutto il mondo martedì 5 giugno la Giornata Mondiale dell'Ambiente indetta dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite che ha per tema, “Economia Verde: ne fai parte anche tu?””. In questa occasione la Direzione dell’Ambiente di Monaco invita il pubblico a visitare la Ferme Aquacole e la Centrale Termofrigorifera con l’obiettivo di far conoscere un altro aspetto dell’economia monegasca.
Secondo il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) l’economia verde è destinata a “portare un miglioramento del benessere e dell’equità sociale, riducendo considerevolmente i rischi di penuria ecologica”.
Dalle ore 9,30 alle 12 i visitatori potranno scoprire alla Fattoria Aquacole (estremità est della Diga di Fontvieille) il vivaio delle ostriche, che ha la specificità, grazie alla qualità delle acque territoriali, di praticare la tipologia di ostriche e di certi pesci come branzini ed orate su richiesta degliallevatori.
Dalle 14 alle 16,30 sarà possibile visitare la Centrale Termofrigorifera (boulevard Charles III, entrata a fianco della Société Monégasque d’Assainissement), gestita dalla SMEG (Società Monegasca per l’Energia ed il Gas), che recupera l’energia termica generata dalla combustione dei rifiuti domestici all’interno dell’inceneritore. Questa energia permette di produrre elettricità e di alimentare le reti destinate al riscaldamento ed alla climatizzazione degli immobili di Fontvieille.
In questa occasione e per tutta la giornata, gli autobus (CAM) del Principato saranno gratuiti. Ricordiamo che a Monaco da alcuni mesi sono in circolazione 4 bus ibridi, meno rumorosi hanno permesso una riduzione di consumi pari al 20%, mentre l'uso del biodiesel Diester B30 riduce le emissioni di CO2 del 40% .
 

3a Monaco Blu Initiative a Yeosu

3a Monaco Blu Initiative a Yeosu

Lunedì 4 giugno 2012. Da sinistra: il Sovrano monegasco saluta K. Y. Park rappresentante del governo coreano. (ft.©Expo Yeosu) 

 

S.A.S. il Principe Albert II, giunto domenica a Yeosu, in Corea del Sud,  per visitare l'Esposizione Internazionale, ha aperto i lavori della terza edizione della Monaco Blue Initiative. Obiettivo: incoraggiare la cooperazione tra la protezione degli oceani e lo sviluppo socio-economico.
Parteciperanno politici, economisti e specialisti scientifici provenienti da una  ventina di diversi Paesi. La Monaco Blue Initiative, creata dal Sovrano monegasco, è una piattaforma di riflessione che riunisce i diversi attori che condividono lo stesso impegno per la gestione sostenibile degli oceani e la loro salvaguardia. Proprio per seguire il tema dell’Esposizione (Coste ed Oceani che vivono) la MBI discuterà sulla gestione integrata delle aree marine protette

 

I Principi all’Expo di Yeosu, il Primo Ministro coreano al padiglione monegasco.

I Principi all’Expo di Yeosu, il Primo Ministro co...

Venerdì 1 giugno 2012, Da sinistra: il Primo Ministro coreano K. Hwang-Sik e l’amministratore delegato dell’expo Catherine Fautrier,(Ft© Pavillon Monaco)

 

Dopo la Giornata Nazionale di Monaco all’Esposizione Internazionale di Yeosu, il padiglione monegasco ha ricevuto la visita ufficiale del Primo Ministro coreano Kim Hwang-Sik. Il Primo Ministro, al corrente dell’arrivo in Corea, la prossima settimana, dei Principi di Monaco ha desiderato visitare il padiglione monegasco per scoprire non solo il Principato ma soprattutto il suo impegno ambientale. LL.AA. SS. Il Principe Albert II e la Principessa Charlene saranno in visita all’Expo 2012 dal 3 al 6 giugno, esposizione dove 106 Paesi illustrano la tematica della mostra “Coste ed oceani che vivono”. Il Sovrano monegasco parteciperà a delle riunioni con importanti esperti sullo sviluppo delle aree marine protette all’interno della terza edizione della Monaco Blue Initiative (MBI) il 4 giugno, una sessione di lavoro organizzata in congiuntamente con la FPA2 e l’Istituto Oceanografico di Monaco. Il 5 giugno S.A.S. il Principe Albert II inaugurerà il ciclo di conferenze sulla Convenzione delle Biodiversità

 

CELEBRATA LA GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA' di VALENTINA COLMAN

CELEBRATA LA GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA'...

Giovedì 24 maggio 2012. (ft.©Charles Franch/CDP)
 

Nella Giornata Mondiale della Biodiversità, Monaco ha tenuto a sollecitare l’interesse del pubblico per questo argomento che riguarda tutti. Insieme a Pierre Frolla, Campione del Mondo di apnea è stato possibile esplorare la riserva sotto-marina del Larvotto. L’evento, organizzato dalla Direzione dell’Ambiente, con l’Ecole Bleue e l’AMPN (Associazione Monegasca per la Natura), aveva come obbiettivo di far conoscere meglio le ricchezze della biodiversità marina nelle acque monegasche. Infatti, dotati di pinne e maschere, in molti hanno partecipato all’iniziativa ed  hanno potuto osservare 50 speci di pesci, 14 tipi di alghe, 33 di spugne e 26 di molluschi. La fauna e la flora della riserva monegasca è stata moltiplicata per 6 in 25 anni, grazie alla protezione della zona. 

 

 

20° rilascio di gipeti nell'area Alpi Marittime-Mercantour

20° rilascio di gipeti nell'area Alpi Marittime-Me...
Domenica 20 maggio 2012. Il gipeto barbuto denominato “Malizia” (ft.©Cédric Siccardi/FPA2).

Si celebra in tutta Europa per tutta la settimana, fino a sabato 26 maggio, la Festa dei Parchi, per omaggiare le prime aree protette. In questa occasione, con il sostegno della Fondation Prince Albert II (FPA2), sono stati liberati due gipeti barbuti (Malizia e Junior Ranger), sono così 20 gli avvoltoi europei più antichi, reintrodotto dal 1994. Gli avvoltoi sono stati rilasciati a San Giacomo di Entracque, nel vallone della Barra, l’area che si trova nel Parco delle Alpi Marittime, che diventa Mercantour.

Maëlle Juette  FPA2-3-a.jpg

I due avvoltoi Malizia e Junior Ranger (ft,©Maëlle Juette/FPA2)

Il progetto oltre al sostegno della FPA2 è patrocinato dalla Fondation pour la Conservation du Vautour.

Protagonisti della giornata sono stati i Junior Ranger, i ragazzi della Valle del Gesso che partecipano ad Europarc, progetto che ha l’obiettivo di rinforzare i legami tra i residenti e le aree protette.

I ragazzi accompagnano nei nidi questi giovani gipeti, dove rimarranno sino all'involo.

ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI YEOSU

ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI YEOSU
Sabato 19 maggio 2012. (Ft.D.R.)

Inaugurata dal presidente della Corea del Sud, Lee Myung-Bak, l'Esposizione Internazionale di Yeosu che durerà 93 giorni, fino al 12 agosto: “Oceani e coste che vivono-diversità di risorse e attività sostenibili. Anche il Principato di Monaco partecipa all'Esposizione mondiale con l’obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della protezione dell’ambiente marino e lo sviluppo delle nuove tecnologie legate al mare. Cerimonia ufficiale grandiosa, con 100 mila spettatori, parata di bandiere in rappresentanza di tutti gli Stati e spettacolo musicale Big O, con giochi di fontane, d’acqua e di luci. Il padiglione del Principato si estende su 400m², incentrato su «L'impegno storico del Principato di Monaco nella protezione ambientale di mari ed oceani». Si attendono per l’esposizione 8 milioni di visitatori.

CONFERENZA POLARE AL MUSEO OCEANOGRAFICO

CONFERENZA POLARE AL MUSEO OCEANOGRAFICO
Mercoledì 16 maggio 2012. Il Sovrano tra il prof. Nils Christian Stenseth, il prof.Le Maho, il prof. Denis Allemand (direttore del CSM) e della dot.ssa Céline Le Bohec (CSM) – (ft.©Gaëtan Luci / Palais Princier). 
 

“I Pinguini: Sentinelle del Nostro Pianeta” è il titolo della ricerca polare presentata al Museo Oceanografico, dal Centre Scientifique di Monaco- Laboratoire EuropéenAssocié BIOSENSIB. Questo evento ha dato il via ad un ricco programma di conferenze scientifiche, proieizioni di film, dibattiti. S.A.S. il Principe Albert II ha assistito all'intervento del professor Nils Christian Stenseth, direttore del Centre for Ecological and Evolutionary Synthesis (C.E.E.S.) e presidente dell’Accademia Norvegese delle Scienze e delle Lettere.  

Les manchots  sentinelles de notre planète. ©CSM61...
(ft.. ©CSM)

Tema della conferenza: "Impatto ecologico dei cambiamenti climatici nelle Regioni artiche: come anticipare futuri scambi sulla biodiversità”.

Il Sovrano ha presenziato anche al discorso di chiusura della seconda giornata di colloqui del professore Yvan Le Maho, membro dell’Accademia delle Scienze francese, in concomitanza con il lancio delle ricerche del Centre Scientifique di Monaco.

Inoltre Il direttore scientifico della FPA2 de Monaco, Philippe Mondielli, ha presentato i progetti della Fondazione nell’area polare. 

GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA' IL 22 MAGGIO

GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA' IL 22 MAGGIO
Martedì 15 maggio 2012. (ft.©D.R.).

Si celebrerà martedì 22 maggio la Giornata Mondiale della Biodiversità Marina. La Direzione dell’Ambiente da appunamento sulla spiaggia del Larvotto dalle ore 9.30 alle 16.30, davanti all’Ecole Blue. Pierre Frolla, campione del mondo di apnea, accompagnerà chiunque vorrà alla scoperta dei fondali e per questo bisognerà essere dotati di maschera e pinne. La riserva sottomarina del Larvotto è stata realizzata nel 1976 ed è la prova che il ripopolamento degli Oceani è possibile. Oltre 50 specie vivono in questa riserva, 14 tipi di alghe, 30 tipi di spugne, 26 specie di molluschi che si sviluppano soprattutto sulle barriere artificiali. Gli scienziati sono concordi nell'affermare che in 25 anni la fauna è sestuplicata. L’obiettivo dell’iniziativa non è solo scoprire i fondali, che non superano i 28 metri di profondità, ma mostrare l’interdipendenza esistente tra terra e mare.

L'AUTO SOLARE A MONACO

L'AUTO SOLARE A MONACO
Sabato 12 maggio 2012. SolarWorld ricevuta dal Sovrano nei giardini di Palazzo, (ft.©Eric Mathon/PalaisPrincier).
 
Dopo avere accolto il trimarano Planet Solar di ritorno dal suo giro del mondo, il Principato ha accolto Solar World Gran Turismo, la prima automobile ad energia solare a compiere il giro del mondo. Il gruppo tedesco, ingegneri e piloti, sono stati ricevuti da S.A.S. il Principe Albert II, venerdì 11 maggio. La vettura ha poi compiuto un giro del circuito del GP durante le prove del Gran Premio Storico. 
Il progetto Solar World Gran Turismo è stata ideato e realizzato dagli studenti di ingegneria dell'università di Bochum in Germania. La squadra, seguita dall'ingegniere Stefan Spychalski, vuole entrare così a far parte del libro Guinness Records, percorrendo 34 000 km.

auto solare 2.jpg
(ft.©WSM/Colman)

L’auto pesa 250 kg., è fornita di due batterie ricaricabili grazie alle cellule fotovoltaiche fissate sul tetto che permettono al veicolo di percorrere 450 km.; la Solar World GT è seguita da due veicoli che trasportano pezzi di ricambio e monitorano lo stato della vettura.

Solar World Gran Turismo è partita da Darwin, Australia, il 16 novembre scorso, ed ha già attraversato tutta l'Australia, la Nuova Zelanda e gli Stati Uniti. Il 1° Maggio è giunta in Italia, a Cosenza, dove si trova l'università gemellata con quella di Bochum, e da lì, ha percorso altri 1000 km verso la Francia, prima di arrivare nel Principato di Monaco.

MAGIE DEL MERCANTOUR, IL PARCO DELLE ALPI MARITTIME IN IMMAGINI

MAGIE DEL MERCANTOUR, IL PARCO DELLE ALPI MARITTIM...


Mercoledì 9 maggio 2012
. S.A.S. il Principe Albert II e J-C. Vinaj (ft.©Palais Princier)


Magie del Mercantour” è il titolo del libro presentato al Grimaldi Forum e realizzato dall’incontro tra il fotografo Jean-Charles Vinaj e il narratore Jacques Drouin, arricchito anche da alcuni disegni dell’illustratrice di Audrey Valette.

Immagini che parlano del Parco del Mercantour, metà francese e metà italiano, un parco naturale situato a pochi chilometri dal Principato e molto caro a S.A.S. il Principe Albert II, non solo per la bellezza del luogo ma soprattutto per i valori che rappresenta. Alla presentazione del libro ha presenziato anche il Sovrano monegasco.

  

BILANCIO SULLE SOVVENZIONI AI VEICOLI NON INQUINANTI

BILANCIO SULLE SOVVENZIONI AI VEICOLI NON INQUINAN...
Mercoledì 9 maggio 2012. (Ft.©D.R.)
 
 
Il governo del Principato, che dal 1994, sostiene una politica ambientale in espansione, ha organizzato dei nuovi parametri per le sovvenzioni di veicoli non inquinanti, tenendo conto dell’evoluzione delle versioni ibride offerte dal mercato e sostenendo in particolare quelli elettrici, molto adatti agli spostamenti in città. Pertanto, per i veicoli elettrici è mantenuta la sovvenzione a 30% del prezzo d’acquisto con un tetto massimo di 9 mila euro. Per i veicoli ibridi invece la sovvenzione dipende dalla tecnologia utilizzata e dal livello di emissione di CO2. La quota di sovvenzione può variare tra 1.500 e 5.500 euro, esclusi da questa i veicoli che emettono oltre 150 g. di CO2 per km. e quindi la quasi totalità delle auto di lusso il cui prezzo è superiore a 100 mila euro. Il governo ha deciso che ogni anno prenderà in esame i criteri di attribuzione delle sovvenzioni, visti i progressi tecnologici delle grandi case automobilistiche.
Informazioni: Direzione dell’Ambiente Tel : (+377) 98 98 80 00 

Planet Solar ritorno a Monaco.jpg
Sabato 5 maggio 2012. La folla accorsa per assistere all'arrivo dell'imbarcazione che ha compiuto la storica impresa! (ft.©WSM/Colman). 
 
 
E’ entrato in trionfo nel porto di Monaco, accolto da un vero e proprio concerto di sirene delle altre imbarcazioni, Planet Solar, il trimarano che per primo ha compiuto il giro del mondo ad energia fotovoltaica. Lo svizzero Raphael Domjan, ideatore di tutta l’impresa ed il suo equipaggio, sono stati accolto dal Ministro di Stato Michel Roger e dal Ministro dell’Ambiente Marie-Pierre Gramaglia. Sono occorsi 585 giorni di navigazione per compiere 60.006 Km. Un’avventura iniziata nel 2004 quando Domjan, all’epoca addetto all’ambulanza e uomo tutto fare, aveva un sogno ed un progetto: provare che, compiere il giro del mondo con un’imbarcazione ad energia fotovoltaica era l’occasione per dimostrare il grande potenziale delle energie alternative.

Rafael Domjan.jpg

Il progetto prende vita nel 2008 quando Domjean incontra l’uomo d’affari tedesco Immo Ströeher che decide di sponsorizzare l’avventura. Felice in conferenza stampa Raphael Domjan (foto), dopo aver ringraziato tutti ha detto: “Un’esperienza unica che ha permesso, attraverso gli scali intorno al mondo, di toccare 28 Paesi e d’incontrare le comunità locali per promuovere la mobilità ad energie pulite. Abbiamo dimostrato che già oggi possediamo le capacità tecnologiche per proteggere il Pianeta Blu”. Il giudice Gareth Deaves del Guinness World Records, ha certificato inoltre 3 records: il viaggio più lungo, il giro del mondo effettuato e l’attraversamento più rapido del mare di Cina e dell’oceano Atlantico da un battello fotovoltaico.

Planet Solar porto di Monaco.jpg

Planet entra in porto.jpg

village Solaire.jpg
 Il Village Solaire

BERNARD PICCARD FESTEGGIA RAPHAEL DAMJAN

BERNARD PICCARD FESTEGGIA RAPHAEL DAMJAN
Sabato 5 maggio 2012. Nella foto: Bernard Piccard ed Isabelle Peters direttrice della comunicazione FPA2 de Monaco. (ft. ©WSM/Colman)

C’era anche Bernard Piccard tra il pubblico che salutava e festeggiava, in modo discreto, l’arrivo dell’amico e compatriota Raphael Domjan a bordo di Planet Solar al porto di Monaco. Piccard ha sospeso per alcuni giorni, a causa del mal tempo, i preparativi per il volo del suo aereo solare verso i cieli spagnoli con atterrraggio previsto a Madrid. Bernard Piccard sostiene Raphael Domjan, entrambi svizzeri ed entrambi con imprese ad eneregia alternativa fotovoltaica.

ARRIVO A MONACO DI PLANET SOLAR: IL PROGRAMMA

ARRIVO A MONACO DI PLANET SOLAR: IL PROGRAMMA

Venerdì 4 maggio 2012. (ft.©Planet Solar).

 

Tutto è pronto per accoglier Planet Solar a Monaco. Il catamarano ad energia fotovoltaica atteso per le ore 14 al porto di Monaco, attraccherà sul molo a pochi metri dallo YCM, dove è stato allestito il Villaggio Solaire, che proporrà varie animazioni.

Venerdì 4 maggio

Ore10: apertura del Village Solaire ed animazioni per l’infanzia

14: Arrivo del catamarano

14–14,45 : parade di Planet Solar

16: cerimonia ufficiale di benvenuto

18: visita del catamarano ed incontro con il capitano ; visita al Village Solaire

21: SolarLightShow & Party

Sabato 5 maggio

ore 10: apertura del « Village Solaire » ed animazioni per l’infanzia

17,30: cerimonia Imagine a Solar World,1° premio consegnato da S.A.S le Prince Albert II

18,30: 19 mesi di navigazione solare presentazione dall’equipaggio

19,30: visita del catamarano e del Village Solaire; incontro con l’equipaggio

21,00: concerto solaire : Sonalp

22,30: SolarLightShow

Domenica 6 maggio

ore 10-16: « Village Solaire » ed animazioni per l’infanzia

13,00 – 16,30: visita pubblica di Planet Solar

Tra 7 giorni l’arrivo di Planet Solar.

Tra 7 giorni l’arrivo di Planet Solar.
Sabato 28 aprile 2012. Il francobollo Planet Solar 

Conto alla rovescia per l’arrivo di Planet Solar a Monaco previsto venerdì 4 maggio alle ore 14. Il catamarano con circa 536 mq di pannelli fotovoltaici, dopo aver navigato per 53 mila km. attraccherà sulla diga sud del Quai Rainier I, a pochi metri dallo YCM. Dopo un fine settimana di festeggiamenti, Planet Solar riprenderà il largo lunedì 7 maggio.  Nel frattempo l’Office des Emissions de Timbres propone in questi giorni il francobollo per celebrare Planet Solar prima imbarcazione a compiere il giro del mondo con energia solare. Il doppio obiettivo è proprio dimostrare l’efficacità delle nuove tecnologie rinnovabili ed in questo modo fare compiere passi avanti alla ricerca scientifica e sensibilizzare il pubblico. Sarà possibile visitare l’imbarcazione e molte animazioni sono previste nel villaggio costruito appositamente sul molo che l’accoglierà. Per vivere in diretta l’arrivo del catamarano ci si può collegare al sito internet: www.planetsolar.org

Principato di Monaco: da oggi 1a Ambulanza elettrica al mondo

Principato di Monaco: da oggi 1a Ambulanza elettri...
Venerdì 27 aprile 2012. Da sinistra: Michèle Moll, S.A.S. il Principe Albert II, Jérôme Chanbaud, (ft.©Palais Princier)

Michèle Moll, proprietaria di Monte-Carlo Ambulances ha presentato ufficialmente a S.A.S le Prince Albert II la prima ambulanza elettrica al mondo. Un record che si aggiudica il Principato di Monaco. Il veicolo, un maxi Kangoo Z.E., progettato da Renault ed allestito da B.S.E ha un’autonomia di circa 150 km. e trasporterà i primi pazienti nel Principato a partire da oggi.

COMUNE DI MONACO: 1 NASCITA= 1 ALBERO

COMUNE DI MONACO: 1 NASCITA= 1 ALBERO
 Giovedì 26 aprile 2012. Al centro il sindaco Marsan, (ft.©WSM/Colman). 
 
Sono 1012 gli alberi piantati dal Comune di Monaco in rappresentanza di 1012 bambini nati nel Principato dal 2008 ad oggi. L’idea di questa bella iniziativa fu del vice-sindaco Nicolas Croesi con un principio molto semplice: per ogni nascita il Comune si impegna a piantare un albero. Il progetto è appoggiata dal Comune de La Turbie ed in collaborazione con l’Office National des Forêts. L’ultimo alberello, è stato piantato direttamente dal sindaco Georges Marsan sulla strada della Tête du Chien, accompagnato dagli ultimi neonati, dalla sua giunta e dai rappresentanti dei Comuni di Mentone, Cap d’Ail e La Turbie. In questo modo il Comune di Monaco collabora direttamente anche al programma mondiale per il rimboscamento delle Nazioni Unite “Piantiamo per il Pianeta”, patrocinato da S.A.S. il Principe Albert II.

APERTA AL PUBBLICO L'ISOLA DELLE TARTARUGHE

APERTA AL PUBBLICO L'ISOLA DELLE TARTARUGHE
Giovedì 25 aprile 2012. (ft.© Eric Mathon /Palais Princier)

Sono arrivate le tanto attese sette testuggini terrestri dono della Repubblica del Mali a S.A.S. il Principe Albert II. Sono state accolte al Museo Oceanografico da S.A.S. la Principessa Charlene e dal direttore del Museo Oceanografico, Robert Calcagno, che ha fatto realizzare in breve tempo uno spazio interamente dedicato a questi antichissimi animali, sulla terrazza panoramica del museo. Uno spazio di 600 mq, dove oltre alla vista mozzafiato, si potranno scoprire le tartarughe di terra e di mare ma dove i più piccoli potranno giocare in un’area a loro dedicata sempre sul tema del mare. www.oceano.org  

XVIII Conferenza Idrografica Internazionale

XVIII Conferenza Idrografica Internazionale
Martedì 24 aprile 2012. S.A.S. il Principe Albert II ha aperto i lavori della conferenza, (ft.© Eric Mathon / Palais Princier)

Si svolgerà fino al 27 aprile la XVIII Conferenza Idrografica Internazionale presso l'Auditorium Rainier III. II lavori sono stati aperti da S.A.S. il Principe Alberto II in presenza di oltre 300 rappresentanti di 80 Stati membri dell'organizzazione e di alcuni osservatori. Il Principato ha legami molto stretti con l'OHI dall’anno della sua creazione nel 1921. Le attività dell’Organizzazione Idrografica sono fondamentali per la sicurezza della navigazione marittima e le protezione di mari ed oceani. "Guida ufficiale" per tutte le domande relative all'idrografia e alla cartografia marina, l’OHI agisce spesso come organismo di coordinazione per la promozione di progetti atti a rafforzare la capacità idrografica dei suoi Stati membri. In occasione della conferenza sono attraccate al porto di Monaco navi provenienti dalla Cina, dalla Spagna, dalla Russia, dagli USA ed una fregata della Marina francese.

La PRAIRIE:Premio per l'Innovazione nella Protezione dell'Ambiente Marino

La PRAIRIE:Premio per l'Innovazione nella Protezio...
Martedì 24 aprile 2012. Céline Cousteau e Patrick Rasquinet, Presidente La Prairie Group,(ft.©Vinaj-La Prarie)
 
La Prairie, in collaborazione con la Fondazione Prince Albert II (FPA2), ha istituito il Premio La Prairie per l'Innovazione nella Protezione dell'Ambiente Marino presentato al Museo Oceanografico. Un riconoscimento che vuole sostenere i progetti locali volti a risolvere le questioni ambientali. Il vincitore sarà annunciato in occasione di una serata che si svoolgerà a Londra il prossimo 12 ottobre.
Spiega Patrick Rasquinet, Presidente de La Prairie Group: "L'obiettivo della Fondazione di promuovere soluzioni ambientali e la sostenibilità delle risorse naturali della Terra, coincide con il nostro impegno a lungo termine per la protezione marina.” Il Premio che offrirà una donazione di 100.000 dollari, andrà a una delle tre iniziative che sono annunciate nel corso di una serata alla presenza di S.A.S. il Principe Albert II. Il risultato finale del Premio La Prairie sarà deciso da una giuria internazionale - presieduta da Céline Cousteau, nipote del leggendario esploratore subacqueo e avventuriero Jacques-Yves Cousteau – e dal voto del pubblico che potrà esprimere i suoi consensi on-line.
Questi i progetti candidati: Creazione di un Santuario Marino per preservare dall’estinzione la foca Monaco del Mediterraneo.  Creazione di una barca educativa che insegnerà ai bambini a rispettare l’ambiente.  Preservazione dell’ecosistema di una barriera marina eccezionale: la toliara in Madagascar.

ASSEMBLEA GENERALE DELLA FPA2

ASSEMBLEA GENERALE DELLA FPA2
Sabato 14 aprile 2012. (ft©Eric Mathon/Palais Princier)

Sotto la presidenza di S.A.S. il Principe Albert II si è riunito il consiglio d’amministrazione della Fondation Prince Albert II de Monaco. In particolare il consiglio ha approvato i conti 2011 della fondazione, che dal momento della sua creazione nel 2006, sostiene 198 progetti per un totale di 18,3 milioni di euro. Nel corso della riunione sono stati approvati anche 13 nuovi progetti che rientrano nelle azioni prioritarie della FPA2, tra questi:
- Il progetto della Fondazione Energie per il Mondo (Fondation Energie pour le Monde) nel sud del Madagascar per lo sviluppo delle energie solari ed eoliche.
- La Campagna guidata da Pew Charitable Trust che ha per obiettivo la creazione di un’area marina protetta nel passaggio a nord-ovest del Canada in Antartico.
- La protezione delle foche monache nel Mediterraneo attraverso un piano di gestione dell’ecosistema in collaborazione con Tethys Research Institute, Hellenic Society for the study and protection of the monk seal e il WWF Grecia.
Al termine dei lavori del consiglio di amminsitrazione si è riunita l’Assemblea Generale Biennale della Fondazione, una sessantina di persone tra co-fondatori e donatori a cui sono state presentate le attività degli ultimi due anni. Un occasione di scambi d’idee tra il Sovrano ed i membri attivi della sua Fondazione.

A Pasqua le uova del Museo Oceanografico

A Pasqua le uova del Museo Oceanografico

Sabato 7 aprile 2012.
Un uovo di seppia( ft©Yves Bérard)

In occasione delle festività Pasquali, il Museo Oceanografico propone ai visitatori la scoperta dei differenti tipi di uova del mondo marino: uova di squalo nutrice, di razza, di seppia, di murena ecc.

Una vera caccia alle uova! Numerose le attività e le soprese per le famiglie che si recheranno in visita al museo il 7, l’8 ed il 9 aprile.

CAMBIAMENTI AMBIENTALI E SALUTE UMANA: 1° PREMIO PRINCE ALBERT II / INSTITUT PASTEUR

CAMBIAMENTI AMBIENTALI E SALUTE UMANA: 1° PREMIO P...
Sabato 24 marzo 2012. La pr. M.L. Bell tra il Sovrano e la pr. Alice Dautry direttrice generale dell'Istituto Pasteur,(ft.©WSM/Colman).

Assegnato per la prima volta a Monaco il Premio Principe Albert II/Istituto Pasteur. La vincitrice è la professoressa Michelle L. Bell dell’università americana di Yale. La consegna è avvenuta a conclusione della conferenza internazionale sul tema Cambiamenti Ambientali e Impatto sulla Salute Umana, organizzata in collaborazione dall’Istituto Pasteur di Parigi, il Centro Scientifico di Monaco e la Fondation Prince Albert II de Monaco. L’Istituto Pasteur, creato nel 1887 da Louis Pasteur, si è associato con il Principato di Monaco per una collaborazione scientifica a lungo termine ed i colloqui sono il primo risultato di questa collaborazione. Gli impegni di lunga data di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco, dello stesso Principato in materia di cambiamenti climatici ed ambientali e lotta alle malattie si incontrano con le preoccupazioni e le missioni in carico all’Istituto Pasteur da oltre 120 anni.

a Concrs Prix Alb II 2.jpg
A termine dei lavori S.A.S. il Principe Alberto II ha detto nel suo discorso: “La giornata scientifica ha permesso scambi molto interessanti. Una testimonianza della profondità del lavoro e dell’ottima collaborazione tra l’Istituto Pasteur ed il Principato di Monaco. L’Istituto è punto di riferimento internazionale nella ricerca scientifica. Il Principato favorisce ed accompagna la ricerca attraverso le sue istituzioni scientifiche....". Il Sovrano prima di consegnare il premio, ha terminato ricordando una famosa frase di Louis Pasteur: "La scienza non ha Patria".

Human Health BD.jpg
(ft.©CDP/Charlie Gallo)

La professoressa Michelle L. Bell vincitrice del Premio Prince Albert II/Institut Pasteur (40.000 euro la borsa per proseguire i lavori di ricerca), è stata scelta attraverso un selezione scientifica molto seria.

La ricercatrice si è distinta contribuendo con risultati molto importanti nelle ricerche di azioni ambientali e salute umana. Famosa è la sua indagine sul Grande Smog di Londra nel 1952 che causò migliaia di decessi.

EVER: veicoli elettrici ed ibridi.

EVER: veicoli elettrici ed ibridi.
Sabato 24 marzo 2012. (ft.©WSM/Colman).

Visitando il Salone EVER si scoprono tutte le novità del settore autoomobilistico, con le vetture ibride od elettriche. La differenza rispetto ai primi anni si nota dal numero dei veicoli che il pubblico può provare. Si passa dall’utilitaria alla minuscola city-car, dal quella lussuosa alla sportiva fino ad arrivare ai veicoli commerciali o addirittura, prodotto dalla casa monegasca Venturi, ad un piccolo cingolato che appartiene alla FPA2. Ma c’è soddisfazione anche per gli appassionati di due ruote. Non sole le biciclette elettriche di ultima generazione, sono presenti ad EVER anche le moto da cross e gli scooter da città davvero performanti. E’ il caso del piccolo EMAX, dove nel logo originale la E rappresenta la spina dell’elettricità, venduto con due batterie agli ioni di litio, già predisposto per passare facilmente da una all’altra, costa 2.400 euro IVA compresa, con un incentivo di 500 euro (a Monaco) e due anni di garanzia.
EMAX è compatto, pesa 69 chili e può raggiungere i 50km/h. (info: www.scoot-discount.fr/).
 

Novità per gli abbonamenti dei BUS

Novità per gli abbonamenti dei BUS

Nella foto le macchine-biglietteria del Principato.

Al Salone delle energie alternative è presente anche lo stand della CAM, la società che gestisce a Monaco gli autobus. Occorre ricordare che il Principato è stato pioniere nell’utilizzazione di bus con carburanti biologici, per la sperimentazioni di bus elettrici e l’impiego del bateau-bus nel porto di Monaco. La CAM presenta le nuove macchine che già si trovano in giro per la città per fare i biglietti del bus.

Queste macchinette bianche e rosse (saranno in tutto 10 dislocate in vari punti),  permetteranno non solo di fare il semplice biglietto, utlizzando monete, valuta o carta di credito ma permetteranno a tutti gli abbonati di potere rinnovare direttamente le proprie carte o vedere il credito residuo senza più dovere fare la coda all’ufficio preposto.

Lo stesso servizio si potrà trovare su internet al sito della CAM http://www.cam.mc/

 

EVER: aereogeneratori di elettricità

EVER: aereogeneratori di elettricità
Venerdì 23 marzo 2012. Da sinistra, J. Meplon, il Sovrano, ed il rappresentante di Ever,(ft.©WSM/A.S.Cabiale).

Inaugurato da S.A.S. il Principe Albert II EVER il Salone delle Energie Rinnovabili e delle Auto ecologiche. In apertura del salone il Sovrano ha presenziato alla presentazione ufficiale della prima struttura eolica verticale monegasca. Jérôme Meplon, amministratore delegato della società monegasca COMODOS che le produce, in collaborazione con MECAPLAST, ci spiega : “Si chiama ANEMOOS 3, in quanto misura tre metri di diametro, realizzata al 90% in materiale riciclato. In modo pratico la sua produzione di energia elettrica corrisponde al fabbisogno di una casa abitata da quattro persone e fornisce 5mila kw/h per anno, ossia la metà della domanda energetica di una casa".

in grande sviluppo

in grande sviluppo
Il 1° aereogeneratori ad asse verticale 100% monegasco,(ft.©WSM/Colman).

Gli studi e le progettazioni per l’eolico si sviluppano rapidamente, la società ANEMOOS propone già due modelli, l’ultimo potrà produrre 6 mila kw/h per anno, ANEMOOS 3 Plus.
Con l’accordo firmato il 31 gennaio scorso tra COMODOS e la Fondation Prince Albert 2 de Monaco (FPA2), la società di Jérôme Meplon, che ha come obiettivo di divenire società di riferimento nella concezione e distribuzione degli aereogeneratori ad asse verticale, aderisce al programma della Fondazione MCO2 (compenso delle emissioni prodotte dalla costruzione di ogni aereogeneratore con l’acquisto di credito-carbonio).

AD EVER L'ALTA TECNOLOGIA ITALIANA

AD EVER L'ALTA TECNOLOGIA ITALIANA
Venerdì 23 marzo 2012. (ft.©WSM/Colman).

Tra le curiosità del Salone dei veicoli elettrici e delle nuove tecnologie abbiamo incontrato il presidente di RGM di Genova, Giuseppe Guerra. La società, in attività da 26 anni, con 170 dipendenti tra cui 40 ingegneri, è specializzata in alta tecnologia e nella conversione di energia. Nello stand viene presentata una bicicletta di nuova concezione: titanio, motore elettrico di assistenza alla pedalata e kers (sistema di recupero energia) di RGM, batterie agli ioni di litio, peso totale 13 kg. Un prodotto prototipo realizzato per la società NEVI. Il progetto è stato seguito anche da ingegneri di Maranello che hanno contribuito alla realizzazione del telaio. Le manopole della bicicletta incorporano un sensore del battito cardiaco ; durante lo sforzo per la pedalata, il cuore trasmette gli impulsi e quando le pulsazioni aumentano il sistema elettrico aumenta il supporto del motore incrementando l’assistenza.

RGM lampione.jpg
Altro prodotto il convertitore di energia RGM realizzato per la Dolomitech, società costruttrice di veicoli innovativi. Bus di piccole dimensioni, 19 posti e una potenza disponibile di 90 Kw.

GreenEnergy
è la divisione di RGM che realizza un lampione fotovoltaico che immagazzina energia in una batteria e la rilascia dopo il crepuscolo attraverso lampade ai leds. Il vantaggio è che il lampione utilizza un sensore di movimento che a riposo riduce il consumo e la luminosità del 50 %.


La commercializzazione è destinata ai luoghi dove è difficile portare la rete elettrica ; alcuni di questi lampioni sono stati installati in proprietà private anche per l’effetto dissuasivo.

SEBASTIAO SALGADO OSPITE DEL MONACO PRESS CLUB

SEBASTIAO SALGADO OSPITE DEL MONACO PRESS CLUB
Venerdì 23 marzo 2012. Sabastiaō Salgado in udienza privata dal Sovrano. (ft.© Getty/ F. Nebinger)

Sebastião Salgado, grande fotografo di fama mondiale è stato ospite eccezionale del Monaco Press Club. Fondatore dell’Instituto Terra, dal 1998 si occupa di ricreare la foresta atlantica. Questa la sua diretta testimonianza. “Sono nato in paradiso, in una terra coperta al 70% da foresta, la Mata Atlantica Brasiliana. Una foresta che è stata rasata al suolo perché il suo legno è servito per farne pavimenti, mobili, costruzioni di vario genere. Tutti credevano che non sarebbe mai finita ed invece è successo. Ed è quello che ora accade in Amazzonia. Eravamo una trentina di famiglie e producevamo tutto quello che ci occorreva. Il progresso ha distrutto la base di una società; eliminando gli alberi, l’acqua è sparita, la fauna è scomparsa. Così ho creato nel 1998 insieme a mia moglie l'Instituto Terra. Quando i miei genitori mi hanno passato la fattoria avrei dovuto continuare l’allevamento ma mia moglie ebbe un’idea fenomenale, ricostruire la foresta. Abbiamo chiamato un esperto che ci ha spiegato che avremmo dovuto piantare 2 milioni di piante. Abbiamo a poco a poco trasformato la nostra terra in parco nazionale ,oggi per legge nessuno può più disboscarla”.

a Salgado 1.jpg
Da sinistra: Nicolas Saussier, Bernard Spindler presidente del MPC, che hanno intervistato Salgado. (ft.©WSM/Colman).

L’avventura non è stata facile, racconta
Salgado “Dopo avere piantato 500 alberi il primo anno con l’aiuto di 23 persone abbiamo perso il 60% degli alberi perché non avevamo usato la tecnica giusta. Abbiamo imparato a conoscere anche le semenze e con il tempo siamo riusciti a piantare tutte le specie che c’erano una volta: 293”. L’Instituto ha un importante collaboratore in Europa, si tratta di Paolo Scinto, che si occupa di fare conoscere l’Instituto ed il suo lavoro, che continua costantemente a rimboscare questa terra che è uno dei polmone del nostro pianeta. “Abbiamo creato un dipartimento nazionale per insegnare ai produttori agricoli come ripiantare gli alberi e riportare così le sorgenti che si erano prosciugate nei terreni. Vedendo i risultati abbiamo iniziato a fare delle formazioni vere e proprie.

Salgado 3.jpg
Racconta Salgado:

"Siamo diventati un vero vivaio ed oggi abbiamo un numero illimitato di alleati in Brasile ma anche una lista d’attesa di 600 fattori che aspettano il nostro aiuto. Abbiamo 4 milioni di persone in questa valle che è tornata a vivere. Ed abbiamo realizzato un corso di specializzazione per studenti che escono dalla scuola agricola e diventano tecnici agricoli ambientali. Abbiamo speso 600 milioni di euro per ricostruire parte della Mata Atlantica, un territorio che è due volte la Francia. La maggioranza dei fondi arriva dal Brasile ed in particolare dalle stesse società che hanno inquinato e disboscato per anni ed oggi pagano ammende decise dal governo”. Salgado conclude spiegando l’emozione che danno gli alberi, che hanno riportato la vita nella Mata Atlantica e ricorda infine che occorre stare attenti perché molte nazioni stanno correndo lo stesso pericolo del Brasile.

INSTITUTO TERRA.jpg
Per gentile concessione di S.Salgado ecco l'immagine di come era la sua fattoria nel 2000.(ft©Salgado)

Après.JPG
Ed ecco la fattoria divenuta Instituto Terra, dopo aver ripiantato gli alberi (2010).

Bernard Marquet rappresentante dell’assemblea parlamentare del Mediterraneo, di Luisella Berrino

Bernard Marquet rappresentante dell’assemblea parl...
Giovedì 15 marzo 2012, (ft.©C.N.)

Si concluderà il 17 marzo a Marsiglia il 6° Forum Mondiale dell'acqua, il più importante convegno internazionale che riunisce esperti provenienti da 180 Paesi.

Fra questi anche il Principato di Monaco con il Presidente della Commissione Ambiente del Conseil National, Bernard Marquet, che rappresenta anche due organizzazioni internazionali di primo piano: l'Assemblea Parlamentare del Mediterraneo e quella del Consiglio d'Europa.

Un importante riconoscimento che testimonia l'impegno profuso da Bernard Marquet sulle tematiche ambientali non solo nel Principato ma anche in seno alle organizzazioni parlamentari internazionali.

COMPLEANNO DI S.A.S. IL PRINCIPE ALBERTO II AL FORUM SULL'ACQUA

COMPLEANNO DI S.A.S. IL PRINCIPE ALBERTO II AL FOR...
Mercoledì 14 marzo 2012. (ft.©Palais Princier)
 
S.A.S. il Principe Albert II festeggia oggi il suo compleanno. Una giornata importante non solo per la ricorrenza ma anche perché il Sovrano si trova a Marsiglia per il Forum Mondiale sull’Acqua.

Il Principe ha aperto i lavori del convegno con un’allocuzione in cui ha detto tra l’altro: “Preservando gli equilibri del nostro pianeta, assicuriamo un avvenire ai suoi abitanti ed in particolari ai più vulnerabili”.

Il Principe prenderà parte oggi al Side Event co-organizzato dalla sua Fondazione e da Plan Bleu, Veolia Environnement, l’Ufficio Internazionale dell’Acqua ed UNITAR.

In questa occasione saranno presentati i lavori condotti dal Water Think Tank Méditerranée ed introdotti i nuovi orientamenti sullo studio dei conflitti per l’uso dell’acqua e la regolazione della stessa su scala mediterranea.

S.A.S. il Principe Albert II
concluderà i lavori con un discorso.

SI APRE IL 6° FORUM MONDIALE SULL'ACQUA

SI APRE IL 6° FORUM MONDIALE SULL'ACQUA
Lunedì 12 marzo 2012. (ft©D.R.).

S.A.S. il Principe Albert II parteciperà al 6° Forum Mondiale sull’acqua (World Water Forum) che si apre oggi a Marsiglia e proseguirà fino al 17 marzo presso il Parc Chanot. Il Sovrano interverrà in apertura con un discorso di fronte ad una platea di personalità come il Primo Ministro francese Fillon e l’ex presidente sovietico Mikail Gorbaciov. Il 14 marzo il Sovrano prenderà parte ad un side event organizzato dalla FPA2 in collaborazione con altre organizzazioni come l’Ufficio Internazionale dell’Acqua. Saranno presentati in questa occasione i lavori di Water Think Tank Méditerranée. Ogni tre anni World Water Forum mobilizza le personalità competenti, che appartengono a governi, organizzazioni internazionali ad OGM ecc., per proporre soluzioni alle problematiche legate all’acqua, allo sviluppo ed alla crescita. Uno dei temi in dibattito quest’anno sarà la gestione dell’acqua: pubblica o privata? Tra i partecipanti anche l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, con sede a Vienna ma laboratori ambientali nel Principato di Monaco, che illustrerà le attività in supporto degli Stati membri in via di sviluppo relative alla sicurezza alimentare del prodotto ittico, la contaminazione di zone costiere e off-shore, le consequenze del cambiamento climatico sulla biodiversità marina. (Ricordiamo che l’ AIEA conta 153 Stati membri fra cui l’Italia)

RIDUZIONE DEL CONSUMO DI ACQUA POTABILE A MONACO, di LUISELLA BERRINO

RIDUZIONE DEL CONSUMO DI ACQUA POTABILE A MONACO, ...

Sabato 10 marzo 2012. (ft.©D.R.).


Nel 2011 il consumo di acqua nel Principato è diminuto del 7% in 5 anni, un sensibile risparmio che evidenzia la risposta consapevole degli abitanti di Monaco alla campagna di sensibilizzazione effettuata dal Governo per un consumo consapevole.

Da sottolineare anche che negli ultimi tre anni le sorgenti del Principato hanno fornito il 50% circa dei volumi distribuiti dalla Società Monegasca delle Acque, mentre il restante 50% viene dai fiumi Vésubie e Roya.

Infine merita di essere sottolineato il tasso di fughe d'acqua molto basso rilevato nella rete idrica: dal 3 al 5% per 110 chilometri di condotte per una resa che varia dal 95 al 97%

Il Sovrano all’Università Bicocca di Milano.

Il Sovrano all’Università Bicocca di Milano.
Giovedì 8 marzo.  L'aula Magna dell'Università la Bicocca di Milano durante la conferenza (ft.©fpa2).

E’ stato accolto con grande entusiasmo S.A.S. il Principe Albert II in occasione della sua visita a Milano per promuovere i progetti dell’omonima Fondazione attraverso l’associazione presieduta a Milano dall’avvocato Maurizio Codurri. Il Sovrano ha partecipato alla conferenza scientifica che si è svolta presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano Bicocca sul tema: “La protezione del mare Mediterraneo dall’inquinamento: i risultati conseguiti e le sfide future”.

Sono intervenuti anche il professor Marcello Fontanesi, rettore dell’università, ed i professori Tullio Scovazzi e Tommaso Vitale, quest’ultimo dell’università “Sciences Po” di Parigi. Il Principe ha esposto agli studenti dell’Ateneo, ed al numeroso pubblico presente nell’aula, le molteplici iniziative promosse dalla FPA2 ed i progetti futuri per la salvaguardia del bacino Mediterraneo.

Albert II-Tullio Scovazzi-FPA2.jpg
Da sinistra: il Rettore dell'università Bicocca, Marcello Fontanesi e il Sovrano.

Dopo la conferenza, S.A.S. il Principe Albert II si è trasferito insieme a Bernard Fautrier, (vice-presidente ed amministratore delegato della FPA2) ed a Maurizio Codurri, (presidente dell’associazione Italiana FPA2) presso la sede milanese della Finelco, dove, accolti dal presidente del Gruppo Alberto Hazan, il Sovrano ha concesso il patrocinio della sua Fondazione al progetto Mister Planet. Si tratta di un sito e di una trasmissione in onda su RMC, Radio 105 e Virgin Radio che hanno per obiettivo lo sviluppo durevole del Pianeta attraverso l’educazione a comportamenti responsabili.

Il Sovrano ha partecipato poi alla serata benefica organizzata a Palazzo Mezzanotte, dall’Associazione italiana della Fondazione dove, con un’asta silenziosa, sono stati raccolti fondi che contribuiranno a finanziare i molteplici progetti che vedono la FPA2 impegnata in tutto il mondo.